I risultati possono variare da persona a persona. Per maggiori dettagli clicca qui

Problemi di prostata

La prostate e l'ingrossamento dela prostata sono le infezioni più comuni che un uomo può riscontrare nell'apparato sessuale. Ma come si sviluppano e quali sono le possibili cure? Quali sono le differenze tra le due? Da cosa dipendono? Come mai la maggior parte degli uomini, almeno una volta nella vita, soffre di problemi di prostata?


• Quali sono i principali problemi di prostata? • Prostatite
• Prostata ingrossata

Quali sono i principali problemi di prostata?

La prostatite, o infiammazione della prostata, è un problema molto diffuso negli uomini dopo i 40 anni e può essere causato da una cattiva alimentazione o da infezioni alle vie urinarie.

La prostata ingrossata invece si manifesta per lo più negli uomini tra i 60 e gli 80 anni, ed è dovuta al naturale invecchiamento della ghiandola che produce il liquido seminale.

Prostatite

L'infiammazione della prostata si manifesta in diversi tipi di prostatite:

  • Batterica acuta o PBA, è dovuta ad un'irritazione dell'uretra prostatica, che porta al trattenimento dell'urina e quindi all'infiammazione. Si può manifestare con febbre, dolori all'addome, bruciori durante la minzione.
    Cura: la si cura generalmente con antibiotici, idratazione e, nei casi più gravi, con il ricovero in ospedale.
  • Batterica cronica, o PBC, è molto rara, ma porta a problemi cronici di minzione ed è causato dalla frequenza di cistiti. A differenza di queste però, la PBC non è dolorosa come in fase acuta.
    Cura: viene curata con antibiotici.
  • Abatterica cronica, o CPPS (sindrome dolorosa pelvica cronica), viene spesso scambiata per una forte cistite, dato il continuo bisogno di urinare e la dolorosa eiaculazione. Il problema principale di questa prostatite è che i forti dolori al retto possono estendersi fino ai glutei, rendendo complicato sedersi.
    Cura: in questi casi si consigliano terapie di rilassamento dei muscoli della zona pelvica, massaggi prostatici, una dieta adeguata ed esercizi fisici molto specifici.
  • Asintomatica, come da definizione, non è un'infiammazione dolorosa della prostata, ma la si scopre di solito con esami dettagliati dell'urina o dello sperma. Le cure sono di solito a base di antibiotici.

Prostata ingrossata

Il processo di ingrossamento, o ipertrofia, di solito inizia attorno ai 40 anni, divenendo più evidente attorno ai 60. Questo processo è tuttavia benigno, ovvero non comporta danni per la salute. I problemi alla prostata sono sempre più comuni tra gli uomini: almeno il 70% ne ha sofferto almeno una volta nella vita. Questi problemi sono spesso dovuti a un ingrossamento naturale che a sua volta causa problemi all'apparato urinario e a quello erettile. Di frequente i sintomi non sono immediati e si manifestano lentamente, spesso sono riscontrabili facilmente dal modo di urinare.

La necessità di andare in bagno diventa più frequente e, spesso, con l'andare del tempo, possono insorgere dolori nella minzione e bruciori simili a quelli causati della cistite.

In che modo prendersene cura:

  1. È necessario seguire diete specifiche;
  2. Evitare, per quanto è possibile, lo stress;
  3. Evitare possibili infezioni sessuali usando precauzioni ma, allo stesso tempo,
  4. Fare l'amore il più possibile. Sembra infatti che una sana e costante attività sessuale diminuisca i problemi legati alla prostata. In alternativa si può praticare un massaggio prostatico quotidiano con massaggiatori e dildi per “pulire” la prostata e aiutarne la salute.
  5. Esistono infine alcuni rimedi per curare la prostata in modo naturale