• Pagamento Alla Consegna

    Puoi pagare quando ricevi la merce a casa tua

  • Consegna gratis per ordini superiori ai 75€

    Ultima Spedizione 17.00

  • Protezione dei Dati del Cliente

    I tuoi dati sono al sicuro con noi

Follicolite: tutto quello che devi sapere

Ciò che mangiamo, la vita che conduciamo, l’ambiente che ci circonda, possono essere direttamente responsabili del passaggio di impurità ed elementi dannosi al nostro organismo. La prima barriera che si trova ad affrontare questo attacco quotidiano, è la pelle. A volte questa naturale protezione risulta sovraesposta agli attacchi esterni e, come le mura di un castello dopo un lungo assedio, mostra i segni delle dure battaglie sostenute: infezioni della pelle, cicatrici, inestetismi. Tra questi la follicolite. Ma cos’è? Perché appare? Come si può riconoscere? Quali sono le cause di formazione e i comportamenti a rischio? Quali sintomi provoca? Quanti tipologie ne esistono? E' contagiosa? Si può curare? E come?

Cos’è la follicolite

La follicolite viene definita come un'infezione batterica che porta ad un'infiammazione del follicolo pilifero, ossia il sacco che contiene la radice del pelo. Essa si presenta costellata di papule (o pustole) o bollicine rosa o rosse con pus sull'estremità che si sviluppa solitamente a livello dell'infundibolo pilifero.

Possiamo fare una prima distinzione tra: la follicolite superficiale e quella profonda. I sintomi che indicano la presenza dell’infezione sono diversi ed è importante riconoscerli per arginare il problema. Quando la follicolite è superficiale, la pelle infiammata appare arrossata, arreca prurito e dolore. Iniziano a comparire brufoli rossi o con pus, i quali scoppiando formano poi una crosta.

Se l'infezione ha origine negli strati profondi dell’epidermide, la pustola è molto più grande e esplodendo forma anch’essa una crosta. Questa situazione è accompagnata da un dolore più o meno intenso. Purtroppo in questo caso, una volta che l’infezione è guarita, potrebbero restare delle cicatrici sulla pelle.

Alcune tipologie di follicolite molto diffuse, altre invece piuttosto rare. Le cause scatenanti sono diverse. Una delle più comuni è quella da stafilococco (follicolite batterica) che colpisce qualsiasi zona del corpo come gambe, braccia, inguine, schiena con brufoli pieni di pus. La causa è la presenza di Staphylococcus aureus nei follicoli piliferi.

Altro tipo di follicolite piuttosto comune è quella “da bagno caldo”. La causa è da rintracciare nuovamente in un ceppo batteriologico che vive in ambienti come le piscine. Troviamo poi la quella scatenata dalla rasatura, dall’infiammazione del pelo incarnito e quella nata in seguito a una terapia antibiotica.

Sintomi e cause principali della follicolite

Questa particolare infezione della pelle presenta sintomi facilmente riconoscibili, come:

  • dossi arrotondati sulla pelle
  • pustole o brufoli
  • dolore
  • prurito
  • peli incarniti sottopelle

La follicolite potrebbe manifestarsi principalmente per un attacco batteriologico, per la presenza di funghi e virus. Come già accennato, in prima fila troviamo lo staphylococcus aureus, che attacca i follicoli piliferi quando l’epidermide viene danneggiato, ad esempio un taglio durante la rasatura.

Tra le altre cause ci sono le malattie della pelle come la dermatite e l’acne, le ferite chirurgiche, una scarsa traspirazione dell’epidermide dovuta ad esempio da abiti troppo spessi e attillati, fasciature e cerotti. Anche i peli incarniti, come abbiamo accennato, possono causare questa infezione della pelle. È un disagio che può interessare davvero chiunque.

Tuttavia alcuni soggetti possono essere più esposti al rischio di altri. Tra questi troviamo:

  • Chi segue per molto tempo terapie antibiotiche per debellare l’acne
  • Persone sottoposte a terapie intense a base di cortisone
  • Chi soffre di leucemia, HIV e diabete
  • Persone che soffrono di sovrappeso

Struttura del pelo e direzione di crescita svolgono un ruolo chiave nella formazione della follicolite, basti pensare che chi ha peli e capelli ricci è più soggetto a questo fenomeno.

Quando un pelo non viene rimosso dalla radice ma viene rasato o sradicato in malo modo lasciando un frammento all'interno, si verifica il fenomeno chiamato "penetrazione transfollicolare".

Il residuo del pelo rimasto sotto la cute, penetra la pelle che reagisce come se fosse attaccato da un corpo estraneo dando inizio all'infiammazione. E' il principio della follicolite. (Scopri di più per avere informazioni su prodotti per una depilazione perfetta)

Quando l’infezione diventa molto grave può portare alla comparsa di cicatrici definitive, perdita di capelli e peli. Solitamente comunque questa infezione della pelle compare in una forma lieve e tende a scomparire da sola o con il supporto di alcuni rimedi naturali. Se il problema persiste è consigliabile invece rivolgersi al proprio medico, così da valutare una terapia tempestiva al fine di evitare che l'infezione degeneri e si cronicizzi.

Rimedi naturali per la follicolite

I rimedi naturali possono rivelarsi molto utili nella lotta contro questa infezione. Si tratta di un problema che tende a scomparire da solo ma, grazie ai rimedi green, è possibile accelerare il processo di guarigione e alleviare i sintomi.

Per trovare sollievo può essere una buona abitudine applicare un impacco tiepido più volte al giorno sulla zona colpita. In questo modo il pus fuoriesce con maggior facilità e si impedisce che l’infezione dilaghi. La zona deve poi essere lavata circa due volte al giorno con un apposito sapone antibatterico come ad esempio Makari Sapone allo Zolfo, un sapone naturale che grazie alla sue proprietà antisettiche ed antinfiammatorie purifica ed idrata la pelle, eliminando il sebo in eccesso. Bisogna poi sempre ricordare di asciugarsi con un asciugamano pulito e lavare l’altro separatamente da altri indumenti.

Invece un cosiddetto rimedio della nonna molto utilizzato contro la follicolite, è quello di fare impacchi caldi con aceto bianco, così da alleviare prurito e dolore.

La rasatura sarebbe da evitare perché tende a irritare ulteriormente la pelle. Non sempre è possibile, specialmente d’estate, ma comunque non andrebbero utilizzate cerette e lamette, preferendo invece il rasoio elettrico da utilizzare nel verso del pelo. La ricrescita sarà più veloce, ma quanto meno l'infezione non si aggraverà.

Quando la follicolite è causata da batteri e funghi, ecco che l’olio Manuka e Tea Tree Oil Blend può aiutare a ridurre l’infezione. Applicandolo sulla zona colpita, solo o unito ad un olio vegetale, ad esempio olio di iperico, si ottiene anche un rapido sollievo da prurito e bruciore.

ShytoBuy è sempre lieto di offrire i rimedi naturali più adatti per le esigenze particolari di ognuno, mettendo sempre al primo posto l’altissima qualità dei prodotti selezionati, la totale sicurezza degli ingredienti utilizzati e il più attento rispetto verso la privacy dei nostri Clienti.