• Pagamento Alla Consegna

    Puoi pagare direttamente in contanti al corriere

  • Consegna gratis per ordini superiori ai 75€

    Spedizione entro le 17.00 per i prodotti disponibili

  • Pacco anomimo

    Nessuno saprà cosa ordini, neanche il corriere

Acne: cause e rimedi

L’acne è molto comune negli adolescenti, soprattutto nei paesi occidentali. Essa si manifesta circa nel 90% dei giovani, specialmente nei maschi e una parte di questi deve consultare un medico per far fronte al problema perché se non trattato nella giusta maniera può avere un impatto non indifferente sulla vita sociale di chi ne soffre. Infatti, la presenza prolungata di brufoli o lesioni sul viso può danneggiare l’immagine e l’autostima di una persona, soprattutto negli anni dell’adolescenza, aumentando anche il livello di stress nelle relazioni sociali. Inoltre, le lesioni più profonde possono lasciare cicatrici. Nel caso in cui si manifesti in età più adulta, si parla di acne tardiva. Vediamo adesso come insorge e come si può curare.

Che cosa è l’acne e quali sono le sue cause?

L’acne è una malattia della pelle caratterizzata dall’eruzione di brufoli, punti neri e cisti. Interessa speso la parte del viso e del torace ma può comprendere anche la schiena e i capelli.

Si verifica a causa di alcune reazioni che avvengono nelle ghiandole sebacee, situate nella cute. Queste ghiandole producono il sebo, una sostanza lubrificante che aiuta a proteggere e a idratare la nostra pelle. Un eccessiva o una scarsa presenza di questa sostanza può condurre alla chiusura dei pori cutanei facilitando la proliferazione dei batteri, in particolare il Propionibacterium, responsabile di infiammazioni e causa principale dei brufoli.

Il viso, il collo e il torace sono le zone dove si trova la maggior parte delle ghiandole sebacee. Tra i vari sintomi dell’acne troviamo:

  • Comedoni aperti o punti neri, essi hanno origini non ancora ben conosciute
  • Comedoni chiusi: si presentano sotto forma di punti bianchi e sono causati dalla congestione e dilatazione dei follicoli piliferi
  • Papule: si tratta di brufoli infiammati dal colore rossastro, sensibili al tatto. Essi si formano quando l’ostruzione dei follicoli porta ad un accumulo dei batteri (fenomeno noto come follicolite)
  • Noduli: Queste lesioni sono più grandi, più dolorose e più profonde
  • Cisti: come i noduli, queste sono formazioni più grandi ma situate ancora più in profondità sotto la pelle. A volte sono dolorose e arrossiscono facilmente causando infezioni

I naturali scompensi delle ghiandole sebacee sono dovuti a diversi fattori, tutti legati al funzionamento ormonale:

  • La pubertà
  • Il disequilibrio ormonale delle donne dovuto al ciclo, menopausa o gravidanza
  • Un malfunzionamento delle ovaie o ghiandole surrenali che può portare ad avere intervalli mestruali irregolari


Ci possono essere, però, altre cause che influiscono sulla regolare produzione di sebo:

  • L’assunzione di alcune medicine, come cortisone o litio
  • Il contatto con alcuni prodotti chimici che bloccano i pori della pelle, per esempio derivati del petrolio e altre sostanze alogene
  • L’attrito di capi d’abbigliamento e accessori come caschi o zaini
  • L’esposizione diretta e ripetuta della pelle a prodotti grassi ed oleosi
  • Una sudorazione eccessiva

Contrariamente ad alcune ipotesi che circolano, l’acne non è causata da scarsa igiene della pelle o da una intensa attività sessuale.

Vi sono pareri contrastanti circa l’alimentazione come causa diretta di questo disagio, sebbene alcuni alimenti aggravino la comparsa dei brufoli.

La prevenzione e la cura dell'acne

Esistono diversi trattamenti per contrastare questa infezione della pelle e vengono scelti dal medico in base alla tipologia da cui si è affetti:

Acne ritenzionale: le lesioni ritenzionali si manifestano con punti neri, punti bianchi o papule. I trattamenti possibili vengono somministrati localmente e sono:

  • Perossido di benzolo
  • Retinoidi topici, derivati della vitamina A che favoriscono l'eliminazione dei punti neri e hanno un'azione antinfiammatoria

Acne infiammatoria: le lesioni infiammatorie possono essere superficiali, solitamente composte da papule e pustole ma non è da escludere la presenza di noduli. Si distingue per la presenza di brufoli rossastri soprattutto sul viso. In base alla gravità della situazione, si possono eseguire vari trattamenti orali e locali tra cui:

  • Perossido di benzolo
  • Antibiotici
  • Zinco

Acne nodulare o cistica grave: In questo caso, si possono notare cisti profonde e lesioni cutanee. E’ consigliato andare da un medico e farsi prescrivere farmaci retinoidi che possono essere assunti per via orale, come l’ isotretinoina. Con questo trattamento, il 90% delle persone ha notato grossi miglioramenti dopo 15-20 settimane, curando definitivamente l'infiammazione.

Il trattamento dell’acne passa anche attraverso la prevenzione. Alcuni accorgimenti possono limitare la comparsa di questo fenomeno, come per esempio evitare di toccare i brufoli prevenendo il rischio di contaminazione dei germi o smettendo di fumare, visto che il tabacco provoca un ispessimento della pelle che porta all’aumento dell’infezione. Vediamo adesso alcune azioni consigliate per difendere al meglio la vostra cute.

Igiene della pelle
Lavare delicatamente le zone colpite dall’infezione 1-2 volte al giorno con un sapone neutro o un detergente inodore. Lavarsi troppo spesso con prodotti aggressivi può irritare la pelle e causare piccole lesioni nelle quali si accumulano i batteri provocando infezioni. Il sole migliora temporaneamente l'aspetto dei brufoli ma non li elimina in maniera definitiva.
Trucco
Evitare i fondotinta e i cosmetici a base di oli. Privilegiare i prodotti non comedogenici e a base d’acqua. Struccarsi prima di andare a dormire e detergere costantemente la pelle nella zona colpita.
Rasatura
Un altro metodo per evitare questo fastidioso problema consiste nel radersi solamente quando è necessario e utilizzando preferibilmente un rasoio elettrico. Se si decide di utilizzare la lametta, si consiglia di cambiare spesso le lame per evitare di irritare la pelle. Prima della rasatura, ammorbidire la barba con dell’acqua calda e con una schiuma delicata. In seguito, applicare un dopobarba senza alcol.

Prodotti naturali per curare l’acne

Al giorno d’oggi vi sono sul mercato diverse creme per la cura di questa infiammazione della pelle molte delle quali vengono realizzate con ingredienti naturali. È importante che questi prodotti siano creati con sostanze in grado di contrastare sia i batteri sia l’eccessiva produzione di sebo delle ghiandole sebacee, risultando:

Delicate: soprattutto sulle pelli sensibili, una crema non deve aggravare la situazione rischiando di estendere l’infiammazione

Idratanti: Quando si è colpiti da acne, si può verificare una certa secchezza a livello della cute. Diventa dunque fondamentale che una crema offra un’azione idratante e protettiva per mantenere la pelle elastica

Esfolianti : la pelle rinnova le cellule costantemente. L’utilizzo di creme e saponi esfolianti aiuta ad eliminare le cellule morte e ad avere una pelle fresca e levigata.

Su ShytoBuy abbiamo scelto alcuni tra i prodotti più efficaci per contrastare questo problema, come:

Crema allo zolfo Harrogate che sfrutta i noti benefici delle Sorgenti Termali di Harrogate per creare una ricca pomata di altissima qualità. In questo prodotto si combinano lo zolfo, le acque delle sorgenti minerali Harrogate e altri ingredienti naturali riconosciuti per l’azione protettiva su tutti i tipi di pelle.

Skin Doctors Stick Anti Brufoli , invece, è uno Stick che arriva in profondità agendo anche durante la notte e rigenerando la pelle dopo un lungo sonno. Contiene solo estratti naturali di piante e non causa effetti collaterali. Questa formula innovativa miscela in maniera ottimale quattro ingredienti attivi che agiscono in sinergia per ripulire l’area interessata dall’acne.