• Pagamento Alla Consegna

    Puoi pagare direttamente in contanti al corriere

  • Consegna gratis per ordini superiori ai 75€

    Spedizione entro le 17.00 per i prodotti disponibili

  • Pacco anomimo

    Nessuno saprà cosa ordini, neanche il corriere

Cosa sono le infezioni vaginali

Le infezioni vaginali o vaginiti sono infiammazioni della vagina e costituiscono i più frequenti motivi di consulenza ginecologica. Esse sono causate solitamente da uno o più agenti infettivi di origine batterica, fungina, virale o di altra natura e si possono estendere anche fino al collo dell'utero. I sintomi di queste infezioni sono solitamente perdite di secrezioni ormonali, prurito e brufoli sulla vagina.

Muco vaginale e infezioni: cosa sono?

Il muco vaginale è costituito principalmente da secrezioni fisiologiche, cellule di sfaldamento e fluidi endometriali e tubarici. Esso è generalmente chiaro e trasparente.

Ciascuna donna ne produce una quantità variabile. Maggiore in età fertile e più scarsa quando la stimolazione degli estrogeni è bassa; quindi prima della pubertà e dopo la menopausa. In corrispondenza dell'ovulazione e durante la gravidanza, quando la quota di estrogeni in circolazione è particolarmente elevata, le secrezioni vaginali tendono a essere più abbondanti.

Anche fattori emotivi e psicologici possono influire sulla quantità di secrezioni vaginali. La stimolazione sessuale, per esempio, aumenta la produzione di questo muco. Quando le perdite hanno un colore diverso, sono maleodoranti e si avverte prurito o bruciore, nella maggior parte dei casi vuol dire che si è di fronte a infezioni vaginali.

Come si prevengono le Infezioni vaginali?

La salute vaginale dipende da un delicato equilibrio fisiologico tra i microrganismi che vanno a comporre la normale flora microbica della mucosa vaginale. Alcuni di questi sono innocui, altri sono potenzialmente patogeni ma si attivano solo in determinate circostanze. Quando i microrganismi patogeni sono presenti in quantità elevata o quando malattie o terapie alterano questo equilibrio, ecco che insorgono le infezioni vaginali.

Trattandosi di infezione, le probabilità di contagio sono elevatissime in caso di contatto sessuale non protetto. La maggior parte dei processi infettivi a carico dei genitali si diffonde da soggetto a soggetto attraverso il semplice rapporto sessuale. La miglior prevenzione è il rispetto delle regole comportamentali ed igieniche, comprese quelle in ambito sessuale. A tale scopo, si raccomanda la scrupolosa igiene personale e intima, insieme all'utilizzo di metodi contraccettivi come il preservativo, soprattutto con partner occasionali o a rischio di infezioni.

In caso di accertata infezione vaginale, si raccomanda di sottoporre anche il partner alla terapia specifica, al fine di evitare, per quanto possibile, l'effetto rimbalzo anche in assenza di sintomi.

Analizziamo adesso le infezioni vaginali più diffuse tra le donne.

La candidosi

Questa è una delle infezioni vaginali più diffuse, provocata dal micete Candida albicans. In alcune donne questo microrganismo vive in simbiosi con la flora batterica intestinale, senza dunque arrecare alcun danno. In condizioni ad essa favorevoli, però, la Candida ha la capacità di proliferare abbondantemente, provocando non pochi fastidi.

La trasmissione, oltre che per contatto sessuale, può avvenire tramite l'utilizzo promiscuo di biancheria infetta o per via materno fetale.

L'infezione vaginale da Candida genera bruciore, dispareunia, dolore durante la minzione, eritemi, ipersensibilità, dense perdite vaginali biancastre, prurito intenso ed inarrestabile.

La terapia per il trattamento di questa patologia si basa sulla somministrazione orale di antifungini, associati all’applicazione di appositi prodotti.

Nonostante a primo impatto la cura delle infezioni da candida possa sembrare piuttosto semplice, in realtà non sempre risulta così. Infatti, questo fungo tende a recidivare, manifestando ferocemente i propri sintomi. Perciò la prevenzione, specie dopo aver contratto l'infezione per la prima volta, risulta indispensabile per minimizzare il rischio di ricadute. (Se vuoi maggiori informazioni su cos’è la candida, visita l’apposita pagina).

Le infezioni vaginali da Trichomonas

Altra infezione vaginale trasmessa sessualmente è la tricomoniasi. La malattia è causata da un protozoo flagellato noto come Trichomonas vaginalis, implicato nelle malattie veneree più diffuse al mondo. La trasmissione della patologia è possibile anche, semplicemente, utilizzando asciugamani e biancheria infetta o per via materno fetale.

Il parassita, attecchendo alle mucose delle pareti vaginali, altera la flora batterica locale competendo con i lattobacilli lì normalmente presenti, la cui funzione è quella di difendere la vagina da eventuali attacchi patogeni.

L'infezione vaginale scatenata da Trichomonas vaginalis non si manifesta sempre con sintomi evidenti. Quando l'attacco risulta particolarmente feroce, il pH vaginale aumenta fino ad un valore lievemente alcalino, quando invece dovrebbe essere leggermente acido. Questo provoca sintomi come bruciore e prurito vulvare, cervicite, dispareunia, dolore durante la minzione e perdite vaginali anomale giallastre o verdognole, maleodoranti e schiumose.

Si raccomanda la completa astensione sessuale fino al completo allontanamento dei sintomi.

Herpes vaginale

Anche i virus possono provocare infezioni a livello vaginale: è il caso dell'Herpes simplex, lo stesso patogeno responsabile del comune Herpes labiale.

L’Herpes genitale è responsabile di lesioni papulose simili a brufoli sulla vagina. Esse sono dolorose e purulente. Il patogeno trasmette l'infezione per semplice contatto sessuale non protetto con soggetti contagiati; il rischio di contrarre l'infezione aumenta in caso di calo delle difese immunitarie, stress, alterazioni dell'equilibrio ormonale e compromissione del sistema immunitario.

L'infezione può estendersi oltre la vagina ed intaccare anche la cervice uterina e l'uretra, per questo è indispensabile intervenire subito per contrastarla.

I micoplasmi

Altra infezione di interesse ginecologico piuttosto comune nelle donne in età fertile è quella causata dal Mycoplasma hominis.

I micoplasmi non sempre presentano un'azione patogena, dal momento che alcune specie popolano le mucose genitali femminili. Tuttavia, quando l'equilibrio della flora batterica intestinale viene alterato, il Mycoplasma hominis può rivelarsi parecchio dannoso. In alcuni casi, l'infezione vaginale scatenata da questo microrganismo può degenerare fino alla malattia infiammatoria pelvica. Il batterio viene trasmesso, principalmente, per contatto sessuale e una madre infetta può trasmettere l'infezione anche al figlio al momento del parto.

I micoplasmi provocano prurito intimo, bruciore e muco vaginale anomalo. Considerato che i sintomi sono piuttosto comuni alla maggior parte delle infezioni genitali, è importante eseguire una diagnosi differenziale per distinguere l'infezione da Mycoplasma hominis da altre patologie quali gonorrea, clamidia o sifilide.

I consigli di Shytobuy

Come abbiamo già visto, intervenire sulle infezioni vaginali può risultare molto complicato e non del tutto benefico per la salute, in quanto la maggior parte dei farmaci prescritti per combattere questi batteri e virus alterano il normale sistema batterico del nostro organismo.

Per questo la prevenzione di queste patologie è molto importante e ShytoBuy ha per voi un prodotto completamente naturale, finalizzato alla completa igiene delle vostre parti intime con un’azione efficace e delicata.

Stiamo parlando di Yes-Detegente Intimo Delicato, un prodotto innovativo di ultima generazione che rispetta il tuo organismo prendendosene cura in modo naturale. Questo sapone ha la consistenza di una soffice mousse e può essere usato quotidianamente senza aggredire le mucose.