I risultati possono variare da persona a persona. Per maggiori dettagli clicca qui
Home > Fertilità
fertilità

Fertilità

Il 15% delle coppie ha problemi di fertilità: molte di queste hanno già scelto ShytoBuy per avere maggiori possibilità di ottenere una gravidanza sana e discreta. Questa pagina ti offre diversi trattamenti naturali testati e approvati dalla FDA e UE al fine di aumentare le possibilità di una gravidanza.

Semenax ™ Aumenta la quantità di liquido seminale
Acquista Semenax ™ Aumenta la quantità di liquido seminale

Semenax è un integratore alimentare naturale formulato con cura per aiutare gli uomini ad incrementare naturalmente la quantità di sperma prodotta e la fertilità.

51.99€
Proxeed Plus ™ Integratore infertilità maschile

Questo prodotto in bustine contro l’ infertilità maschile è un integratore appositamente formulato per aumentare il numero di spermatozoi, la loro motilità e velocità.

69.00€
Fertility Blend for Women - Trattamento per...
Acquista Fertility Blend for Women - Trattamento per l'infertilità femminile

Fertility Blend for Women aumenta le probabilità di concepimento regolarizzando il ciclo mestruale e gli squilibri ormonali.

48.00€
babystart FertilCheck Plus ™ Test di fertilità...
Acquista babystart FertilCheck Plus ™ Test di fertilità per uomo e donna

Test fertilità maschile e femminile che permette di verificare la capacità di procreare di entrambi i partner. Scopri il primo test di fertilità per uso domestico, sicuro ed economico.

38.00€
babystart Fertilcount ™ Test di Fertilità Maschile
Acquista babystart Fertilcount ™  Test di Fertilità Maschile

Test fertilità maschile che permette di testare il grado di fertilità, nella comodità della propria abitazione con un livello di accuratezza del 97% in meno di 15 minuti.

32.00€
Fertility Blend for Men - Trattamento per...
Acquista Fertility Blend for Men - Trattamento per l'infertilità maschile

Fertility Blend for Men contribuisce ad aumentare le probabilità di concepimento, migliorando qualità, quantità dello sperma e motilità degli spermatozoi.

36.00€
Sportex Jelly Generation - Lubrificante

Sportex Jelly Generation è un lubrificante unico che aiuta le coppie ad avere un bambino. La sua formula è delicata sulle pareti vaginali e innocua per gli spermatozoi, facilitando così il concepimento.

14.29€
Perché a volte avere un bambino è difficile?

Avere un bambino è il sogno di molte coppie, ma non sempre questo è un desiderio che si realizza subito. Sentite che è il momento giusto ma, nonostante diversi tentativi, il progetto tarda a realizzarsi?

Quali soluzioni esistono per restare incinta?

Nessuna ansia, basta solo seguire qualche passo: innanzitutto, dopo aver escluso con alcuni test eventuali problemi di fertilità, sappiate che avere un figlio è quasi mai una cosa così immediata. Esistono, comunque, diversi metodi per la procreazione, per aumentare le possibilità di concepimento e verificare, con test per l’ovulazione e la fertilità, qual è il momento più indicato per il concepimento.

Come curare l’infertilità e avere un bambino

Esistono inoltre diverse soluzioni mediche, quindi prescritte da uno specialista, come alcuni tipi di farmaci, utili se il medico sospetta che sia la donna ad avere problemi di fertilità, con conseguenti difficoltà a concepire. Questi farmaci, generalmente a base ormonale, possono essere utili per stimolare l’ovulazione, quindi lo sviluppo e il rilascio di un ovulo da fecondare, oppure per normalizzare la quantità di ormoni in circolo utili alla fecondazione, i cosiddetti “normalizzatori”. Esistono, poi, le terapie per la fertilità maschile, e sono utili alla stimolazione della produzione di spermatozoi e nella loro attività.

Quante coppie hanno problemi di infertilità?

In Italia, ben il 15% delle coppie ha problemi legati alla fertilità, soprattutto nella ricerca immediata di un figlio: prima, però, delle soluzioni mediche, o in caso si stia programmando una gravidanza, esistono soluzioni per aumentare le possibilità di concepimento, che siano sicuri, discreti, da poter usare nella tranquillità di casa e, soprattutto, testati e approvati dalla FDA e UE al fine di aumentare le possibilità dell’arrivo di un bebé.

Problemi di fertilità: chi ne soffre

Come detto sopra, il 15% delle coppie in Italia ha problematiche legate alla fertilità. Più spesso, si parla di “sterilità” o “infertilità” per designare, in campo medico, una situazione per la quale sia inizialmente impossibile instaurare una gravidanza, o portarla avanti, durante l’età fertile di una donna; oppure – nel caso di un uomo – non si riesca a fecondare una donna. Attenzione: il concepimento richiede il suo tempo. Infatti, si parla di sterilità solo dopo almeno un anno di tentativi non andati a buon fine

Una coppia su cinque, quindi non riesce ad avere figli nell’immediato: l’Italia è uno dei paesi con la natalità più bassa in Europa, con circa un bambino per coppia e dove l’età per primo parto va oltre i 30 anni. Dal 2012, le madri che hanno superato i 40 anni sono raddoppiate, raggiungendo il 6,2% dei casi di natalità. Le madri, invece, più giovani di 25 anni sono diminuite negli ultimi quattro anni.

Alcuni studi sui problemi di infertilità e sterilità in Italia rivelano che:

  • Su 10 coppie il 20% circa (1 su 5) ha difficoltà a procreare per vie naturali
  • 20 anni fa la percentuale era circa la metà.
  • Le cause dell’infertilità maschile e femminile sono pari merito: il 40% delle cause di infertilità riguardano la componente femminile, l’altro 40% riguarda la componente maschile ed un 20%, invece, è di problematiche varie.
  • Dal 1985 a oggi, l’età media al concepimento in ambo i sessi è aumentata di quasi 10 anni,
  • Negli ultimi 50 anni il numero di spermatozoi nel maschio si è ridotto della metà.
  • Nei primi 10 anni di vita le patologie maschili che più danneggiano la fertilità sono il criptorchidismo (ritenzione testicolare), le orchiti e la torsione del funicolo spermatico
  • Nel periodo puberale (12-14 anni) le patologie maschili che più danneggiano la fertilità sono problemi ormonali e il varicocele che prosegue a danneggiare la fertilità per tutta la vita.

Quali sono le cause della sterilità?

State cercando di avere figli, ma la gravidanza non arriva? Le cause possono essere molteplici. Infatti, la sterilità non ha un’unica origine: affinché una gravidanza si instauri e venga portata a termine con pochi problemi, infatti, devono concatenarsi diversi fattori. Vediamole qui in seguito:

Innanzitutto, le ovaie femminili devono essere in grado di produrre un ovulo capace di essere fecondato, e gli uomini devono essere in grado di eiaculare sperma che sia valido alla fecondazione. Inoltre, non devono esserci problematiche legate alle tube di Falloppio, essenziali per la discesa dell’ovulo; inoltre gli spermatozoi devono essere in grado di fecondare l’ovulo che, successivamente, si dovrà impiantare nell’utero, per poi sviluppa: in questo modo, il feto si sviluppa e cresce, fino a quando il bambino sarà pronto per venire alla luce.

Come si può notare, i passaggi per far sì che una gravidanza vada a buon fine sono davvero tanti: se si verificano problemi ripetuti in almeno uno degli aspetti sopra descritti, allora si può parlare di sterilità. Ed è chiaro, quindi, che la causa di infertilità può essere maschile o femminile, ed essere una combinazione di fattori diversi, singoli o concatenati. Inoltre, non esistono solo problematiche fisiche: la sterilità può essere causata anche da fattori ambientali, oppure relativi a malattie genetiche. Vediamo alcune tra le cause della sterilità o infertilità:

  • età tardiva nell’intraprendere una gravidanza: il periodo più fertile per una donna è infatti tra i 20 e i 25 anni (100%), resta alto fino ai 35 (circa il 60%), subisce un notevole calo dai 35 ai 40 (20%), è bassissimo oltre i 40 (5-7%). L'età dell'uomo è meno significativa. Tuttavia, gli uomini in età avanzata hanno un eiaculato peggiore sia in termini qualitativi sia quantitativi. Sembra che sui problemi di fertilità femminile e maschile possano influire anche le condizioni ambientali e lo stile di vita: il fumo di sigaretta può nuocere alla fertilità maschile e femminile, così come l'esposizione all’inquinamento urbano e ambientale, fino allo stress. Inoltre, anche le condizioni lavorative possono incidere negativamente quando si desidera avere un figlio, specie se si è a contatto con inquinanti, sostanze potenzialmente tossiche e radiazioni.
  • I problemi di peso sono un fattore realmente deleterio: dall’obesità, all’eccessiva magrezza, che nelle donne causa spesso uno squilibrio del ciclo ormonale e a livello della produzione di ormoni steroidei.
  • Alcune malattie a trasmissione sessuale, come sifilide, gonorrea e anche la più insidiosa e diffusa Clamidia possono avere un effetto deleterio sugli spermatozoi e sulle capacità riproduttive a livello femminile. Per questo, ogni qual volta si presenti un disturbo caratterizzato da prurito, bruciore e con comparsa di perdite, vanno eseguiti subito esami, per escludere l’insorgenza di queste patologie.
  • Esiste una malattia molto diffusa in Italia che colpisce circa una donna su dieci e che è tra le prime cause d’infertilità femminile: si tratta dell’endometriosi. L’endometriosi è contraddistinta dalla riproduzione di tessuto dell’endometrio, che riveste la superficie interna dell’utero, in altri siti dell’apparato riproduttivo, come ovaie, canale vaginale e tube, creando noduli molto dolorosi e aderenze.
  • Gli uomini che intendono avere figli non dovrebbero utilizzare steroidi anabolizzanti e tutte le sostanze dopanti, usate nello sport, che servono ad aumentare la massa muscolare. Essendo queste a base ormonale, incidono negativamente sulla qualità dello sperma e sulla produzione degli spermatozoi.

Quali sono le cause della sterilità femminile?

Esistono davvero molti fattori che causano l’infertilità o la sterilità in una donna: alcune di queste sono irreversibili, mentre altre cause, legate a un fattore anatomico o a malattie molto comuni, possono essere risolte con un intervento chirurgico di routine. Gli studi, tuttavia, dimostrano sempre di più che è la qualità dell’ovulo a essere di importanza vitale e che la sua qualità è sempre messa in stretta relazione con l’età della donna. Le donne di età avanzata per una gravidanza dopo i quarant’anni, hanno spesso ovuli con una capacità fertile piuttosto ridotta.

Esistono casi di infertilità femminile legati alla mancata ovulazione, che quindi, non avviene. Di solito, i problemi ovarici hanno un’origine ormonale, che nasce dalla mancanza o da un eccesso dei regolatori della funzione endocrina. Le patologie che causano infertilità a livello ovarico sono la sindrome dell’ovaio policistico (PCOS), l’insufficienza ovarica, l’anovulazione (l’incapacità di ovulare), la menopausa precoce.

Successivamente, vediamo che alla base dell’infertilità femminile c’è un problema uterino: si tratta di alterazioni dell’anatomia interna dell’utero, che possono sussistere dalla nascita o essere acquisite a seguito di una problematica e che possono provocare aborti ripetuti. Tra le problematiche a livello uterino più diffuse vediamo la duplicazione parziale o completa dell’utero, oppure polipo, miomi, endometrite ed endometriosi, fino alla sinechia. Le problematiche uterine sono spesso curabili attraverso un intervento e una giusta terapia.

A volte, nei casi di infertilità o sterilità femminile, si verificano anomalie alle tube. Qui si includono tutte quelle problematiche legate alle tube o trombe di Falloppio che rendono difficile l’incontro dell’ovulo con lo spermatozoo. Le patologie più diffuse in questo caso sono dovute a impermeabilità o ostruzione delle tube, o a un disturbo chiamato salpingite.

Può accadere che le cause di infertilità siano dovute ad alterazioni anatomiche o relative al funzionamento del collo dell’utero: in questi casi, la migrazione corretta degli spermatozoi verso l’utero e le tube di Falloppio è messa in difficoltà. Gli spermatozoi, così, hanno grosse difficoltà a spostarsi. I disturbi al collo dell’utero, per quanto riguarda le possibilità di concepire, sono legare a una sua impermeabilità dovuta a polipi o cisti, oppure dovuti all’asportazione di un cono di tessuto.

Quali sono le cause della sterilità maschile?

Il 40% dei casi di infertilità o sterilità in una coppia riguarda problematiche legate alla sfera maschile, soprattutto sulla qualità e funzionalità degli spermatozoi. Per esempio, può essere determinante il fattore genetico, quindi si verificano anomalie della qualità dello sperma, compromesse da alcune malattie come fibrosi cistica o la sindrome di Klinefelter. Alcuni studi recenti, invece, sostengono che le mutazioni del cromosoma Y possano essere un fattore importante nei casi di infertilità maschile, dove spesso c’è una scarsa qualità dello.

Non solo fattori patologici o genetici, ma anche alcune problematiche anatomiche possono compromettere la fertilità maschile: si verificano, per esempio, ostruzioni dei condotti da cui passa lo sperma che quindi bloccano parzialmente o totalmente la fuoriuscita del liquido seminale. Inoltre, le problematiche anatomiche sono spesso acquisite e dovute a infezioni o a cattive cicatrizzazione dir interventi chirurgici del tratto urogenitale. Inoltre, esistono malattie molto comuni, tra cui alcune esantematiche e tipiche dell’età infantile, che possono influire negativamente sulla capacità di procreare: infezione da virus della parotite (i comuni “orecchioni” o alcune disfunzioni ormonali

Una cosa è certa: lo stile di vita può ridurre la quantità e la qualità della funzionalità riproduttiva, sia per lui che per lei. Tabagismo, alcool e droghe riducono la funzionalità spermatica e degli ovuli.

Che cos’è la sterilità combinata?

In alcuni casi, sia l’uomo che la donna possono presentare condizioni di sterilità, e le difficoltà a concepire nella coppia si presentano come una combinazione di diversi fattori e condizioni tra quelle elencate sopra. Se, invece, queste problematiche più che altro fisiche o funzionali sono escluse, si può sospettare che la causa sia genetica: esiste, quindi, la possibilità che entrambi i soggetti siano fertili ma che, senza una terapia e un’assistenza medica, non riescano a concepire.

Come risolvere i problemi di sterilità e infertilità?

Innanzitutto, quando una coppia riscontra problemi nel concepimento, quindi dopo un anno di tentativi andati a vuoto, i due partner devono recarsi da un medico, per sottoporsi ad accertamenti specifici che possano aiutarli a identificare un’eventuale causa di sterilità. Una buona indagine medica preliminare che si svolge, in genere, attraverso un’intervista dettagliata deve riguardare le abitudini sessuali, le malattie recenti o pregresse della vita di entrambi, le caratteristiche del ciclo mestruale. Gli uomini vengono poi sottoposti a un’analisi dello sperma. Inoltre, si possono effettuare anche esami ormonali, genetici, per valutare il patrimonio cromosomico, fino a una valutazione morfologica degli organi dell’apparato riproduttivo. Le donne sono generalmente più abituate alle indagini, poiché si sottopongono con più frequenza a controlli rispetto ai maschi. Per loro è necessaria la valutazione dell’ovulazione, quindi accertandosi che sia sempre presente e senza ostruzioni delle tube di Falloppio. Per fare questo basta misurare la temperatura corporea durante il ciclo mestruale, per poi eseguire una valutazione radiologica con liquido di contrasto per valutare la cavità uterina ed eventuali ostacoli e ostruzioni, un’ecografia dalle ovaie e all’utero per escludere malattie che fungano da barriera, fino a un esame endoscopico attraverso un endoscopio a fibre ottiche per monitorare lo stato di salute delle ovaie, delle tube e della cavità uterina. Infine, se tutti questi esami hanno dato un esito positivo ed è tutto sistematicamente sano, si procede a una valutazione ormonale ed eventualmente cromosomica. Questo, in breve, è l’iter medico che ci si può aspettare relativamente a un’indagine attraverso cui capire perché non si riesce a concepire un bambino, dando risposte cliniche a paure e dubbi molto comuni in una coppia.

Prima di ricorrere a un medico, tuttavia, o in caso si voglia programmare una gravidanza, si può fare un test nella tranquillità e discrezione di casa. Esistono prodotti per rilevare la fertilità e stia aiutare nel concepimento: per esempio, Babystart[Qui ho inserito la descrizione del prodotto] Fertilitycheck è un test specifico per verificare eventuali problemi d’infertilità sia per uomini che donne che possiede un livello di accuratezza del 97% e fornisce un responso in soli 15 minuti. Questi test sono comodi e facili da eseguire, sicuri ed economici; il fatto di poterli eseguire nella tranquillità della propria casa, inoltre, garantisce privacy, tranquillità e discrezione.

Cure naturali per la fertilità

Tra le cure naturali per la fertilità esistono efficaci prodotti, sottoforma di pillole oppure integratori che possono rinforzare l’ovulazione e la produzione di sperma, per un supporto al concepimento valido, o un aiuto in più in caso si stia programmando una gravidanza. Questi prodotti in pillole sono specifici sia per uominiper uomo che per donne: prodotti come Proxeed Plus e Fertility Blend Woman[Anche questa è una descrizione dei due prodotti] agiscono in modo specifico aiutando le problematiche riproduttive di ciascun sesso attraverso un complesso naturale di erbe, amminoacidi e vitamine, aiutando l’ovulazione e aumentando la qualità e quantità degli spermatozoi, per rafforzare la fertilità maschile.

Controllare il proprio stile di vita, migliorandolo laddove sia necessario, è una prerogativa fondamentale per ridurre anche preventivamente i casi di sterilità: una dieta bilanciata e controllata è davvero importante, per tenere monitorata la glicemia e i livelli di insulina, riducendo il consumo di grassi e carni rosse a favore di pesce e verdure fresche per sostenere l’apporto di vitamine, fondamentali per la fertilità. Infine, una regola ferrea: smettere di fumare e ridurre il consumo di alcolici e superalcolici.

Come aumentare la fertilità?

Oltre alle indicazioni su uno stile di vita più corretto, vediamo che fare l’amore nei periodi in cui la donna sta ovulando e, quindi, è nel suo periodo più fertile, è sicuramente valida, perché in questo periodo aumenta la probabilità di concepire. Calcolare l’ovulazione femminile è piuttosto facile: l’ovulazione avviene in genere tra i 12 e i 14 giorni circa dopo le mestruazioni. Va comunque detto che i giorni rimangono fertili anche dopo, fino a poco prima dell’arrivo del ciclo, e subito dopo: trascorrere momenti di intimità assieme, quindi, senza troppi stress e senza ansie, per avere anche un rapporto di coppia sereno. L’umore positivo, il rilascio di ossitocina e l’assenza di stress, infatti, favoriscono senza dubbio una gravidanza.

Infertilità femminile: come prevenirla?

Innanzitutto, attenzione alle variazioni del peso: la condizione di sottopeso o sovrappeso può influire negativamente sulle possibilità di una gravidanza: essendo nella giusta forma, il funzionamento del corpo migliora, in particolare quello del ciclo: la cattiva forma fisica, infatti, altera il ciclo e la produzione di ormoni, determinando maggiori difficoltà nell’instaurazione di una gravidanza. Una dieta sana, ricca di vitamine e povera di grassi è da privilegiare, escludendo il cibo spazzatura e l’abuso di dolci ipercalorici. Inoltre, se si sta programmando una gravidanza, si può assumere un integratore a base naturale, per fornire il giusto livello di amminoacidi e vitamine e che aiutano a regolarizzare il ciclo e la produzione di ormoni. Inoltre, secondo alcuni esperti, la caffeina è dannosa per la fertilità: basta limitarsi a una o due tazzine al giorno di espresso!

Infertilità maschile: come prevenirla?

Gli uomini dovrebbero prestare molta attenzione alla dieta, sana ed equilibrata con la giusta dose di vitamina C, B12 e zinco, elementi importantissimi per la vitalità degli spermatozoi.

Inoltre, va prestata attenzione anche all’abbigliamento: vanno evitati gli indumenti troppo stretti, poiché rallentano la circolazione e provocano il surriscaldamento delle parti intime a scapito della qualità dello sperma. Da qui, attenzione anche ai dispositivi elettronici: non bisogna tenete il PC portatile sulle gambe e va evitato di tenere il telefono nella tasca anteriori dei pantaloni.

Seguite una dieta insieme, e magari intraprendete un percorso per smettere di fumare: in due e con la giusta motivazione sarà molto più facile. Il fumo, infatti, è dannoso soprattutto per gli uomini poiché riduce la motilità degli spermatozoi e ne modifica la morfologia. Anche l’abuso l’alcool ha effetti molto importanti sulla fertilità. Da bandire, quindi, soprattutto i superalcolici, a favore di un consumo molto moderato di vino e birra: un buon bicchiere di rosso, però, a pasto, può rendere una serata più coinvolgente e disinibita, aumentando la voglia di intimità. E, sempre parlando di intimità, anche un buon lubrificante intimo può essere d’aiuto, poiché aiuta il transito spermatico.

Seguendo questi piccoli accorgimenti, in caso si stia programmando una gravidanza, o in caso si sospetti una difficoltà a concepire, si otterranno miglioramenti sicuri, efficaci e il sogno di avere un bambino non sarà più così lontano.