• Pagamento Alla Consegna

    Puoi pagare direttamente in contanti al corriere

  • Consegna gratis per ordini superiori ai 75€

    Spedizione entro le 17.00 per i prodotti disponibili

  • Pacco anomimo

    Nessuno saprà cosa ordini, neanche il corriere

Secchezza intima: come combatterla

La secchezza intima durante il rapporto è un problema che colpisce molte donne, anche in diverse fasi della vita. Infatti, le categorie femminili ad essere colpite non sono solo quelle che attraversano un’ età fertile ma anche chi è in gravidanza o sta allattando fino ad interessare anche le donne in menopausa.

E’ un argomento da trattare con la giusta serietà dal momento che può recare numerosi disagi fino a rendere una esperienza così piacevole come fare l’amore in un vero e proprio incubo a causa del dolore.

Le cause sono di diverso tipo ma i sintomi che si presentano sono uguali per tutte. Fortunatamente, esistono diversi rimedi naturali sicuri ed efficaci che possono risolvere facilmente il problema anche grazie all’utilizzo di adeguati lubrificanti sessuali, ovviamente al 100% naturali e privi di sostanze dannose.

Analizziamo, anzitutto, i sintomi e le cause che conducono a tale disturbo per meglio cercare di capire come possiamo intervenire e rendere i rapporti sessuali piacevoli e soddisfacenti, senza provare fastidio o tantomeno dolore a causa dell’attrito.

La penetrazione sessuale

Nelle donne la natura ha fatto la sua parte. Durante l’eccitazione, la vagina secerne in modo naturale un fluido lubrificante, detto liquido vaginale, sulle pareti dei vasi sanguigni. La secrezione di questo fluido è dovuta al maggior afflusso di sangue verso gli organi genitali e assolve ad una doppia funzione. In primo luogo consente l’introduzione agevole del pene nel canale vaginale e poi rende il rapporto non doloroso. Inoltre il liquido modifica il PH dell’ambiente vaginale, inizialmente acido, in vista del passaggio degli spermatozoi, favorendone la motilità.

Tuttavia, se la naturale lubrificazione vaginale viene a mancare, parliamo di secchezza intima durante il rapporto che comporta dolore.

La mancata lubrificazione avviene principalmente a causa degli scombussolamenti ormonali che si verificano dopo la menopausa o nei mesi che seguono il parto, rendendo in questo modo più difficile il rapporto.

Secchezza intima, cause e sintomi

La secchezza intima o vaginale, questo il nome tecnico della mancata o ridotta lubrificazione, dipende principalmente dalla carenza di particolari ormoni femminili, gli estrogeni. Il calo di questi ormoni porta al verificarsi dell’atrofia, ossia un’infiammazione ed ispessimento della mucosa che lubrifica in modo naturale la vagina. Ad essere maggiormente colpite sono le donne in gravidanza o in allattamento oppure coloro che stanno per entrare in menopausa.

In realtà, la carenza di lubrificazione è un fenomeno che può interessare anche le fumatrici più accanite in età fertile così come anche le donne che ricorrono troppo frequentemente a lavaggi vaginali aggressivi dando luogo ad una vaginite; cioè una irritazione della vagina dovuta allo squilibrio causato dai prodotti utilizzati nella lavanda che possono provocare l’insorgenza di fenomeni infiammatori, con sensazione di secchezza vaginale e prurito.

Lo stesso discorso può essere fatto per deodoranti, spray, profumi e detergenti intimi troppo aggressivi che causano un’alterazione del normale ecosistema della vagina danneggiando i lactobacilli buoni, che rivestono un’azione protettiva contro gli agenti esterni.

Inoltre, la secchezza intima può anche essere sintomo di una particolare malattia, la sindrome di Sjogren, che interessa anche altre aree del corpo come occhi, bocca e le vie aeree.

Anche l’uso di alcuni farmaci ad azione antiallergica o antinfluenzale possono avere un’incidenza negativa sulla naturale produzione di questo importante fluido, così come i farmaci anti-estrogeni che vengono somministrati alle donne che lottano contro il cancro del seno.

Lo stress psico-fisico, qualunque siano le sue ragioni, è un importante fattore in grado di giocare brutti scherzi alla coppia, poiché blocca psicologicamente la donna che può perdere interesse nei rapporti sessuali, eccitandosi meno. Il calo del desiderio sessuale femminile, infatti, inibisce la lubrificazione vaginale e di conseguenza eventuali rapporti potranno risultare dolorosi. Si innesca in questo modo una spirale negativa per cui la donna tende a rifiutare la penetrazione per paura di provare dolore. Eppure, a volte basterebbe proprio una serata fatta di sesso e coccole per dimenticare lo stress, ritrovare energia e scoprirsi più seducenti di prima.

Detto ciò, è facile capire quali siano i sintomi di questo delicato problema:

  • irritazione
  • prurito
  • dolore
  • riduzione del desiderio
  • dolore o lieve sanguinamento durante i rapporti
  • bruciore e difficoltà a raggiungere l’orgasmo
  • frequenti stimoli ad urinare

Purtroppo, la donna vive questi particolari momenti con estrema frustrazione anche perché a soffrire di tale condizione è anche il suo partner.

Secchezza Intima, alimentazione ed igiene

Una corretta alimentazione ed igiene sono alla base della prevenzione e cura della secchezza vaginale.

Attraverso una corretta alimentazione, possiamo infatti integrare il nostro organismo di fitoestrogeni disponibili in maniera particolare in cibi come la soia e i suoi derivati come miso, latte di soia, tofu, seitan. E’ altresì importante idratare in maniera adeguata il nostro organismo bevendo circa 2 litri di acqua al giorno.

Per quanto riguarda l’igiene intima, sarà banale ma è bene tenere a mente alcune importanti norme basilari. Come abbiamo già avuto modo di spiegare, sono assolutamente da evitare detergenti troppo aggressivi che possono alterare il Ph naturale.

Evitare anche di indossare pantaloni troppo attillati e optare per una biancheria intima in cotone, preferibilmente di colore bianco.

Al bando, inoltre, l’utilizzo di assorbenti interni e le coppette in silicone preferendo invece quelli esterni in cotone ipoallergenico, raccomandandosi di cambiarli spesso.

Lubrificanti sessuali per secchezza intima

Una risposta alla secchezza intima possono certamente essere i lubrificanti sessuali, specialmente perché sono naturali, semplici da utilizzare e non hanno effetti collaterali di nessun genere. I lubrificanti naturali contribuiscono anche a restituire fiducia alla donna e a rinvigorire il rapporto. In commercio ne esistono diverse tipologie e con diverse caratteristiche e profumazioni.

Tra i gel lubrificanti più apprezzati sul mercato il posto d’onore spetta a KY Jelly, un lubrificante naturale a base di acqua. Inoltre, KY Jelly è privo di profumazione, dettaglio non indifferente per quanti non amano distrarsi con aromi fruttati o profumi di vario genere e desiderano vivere il rapporto sessuale nel modo più naturale possibile. Trattandosi di un prodotto a base di acqua, KY Jelly non è grasso e non ha controindicazioni. Unico accorgimento da tenere presente è che KY Jelly contiene glicerina, per cui bisogna evitarne l’uso in caso di allergia.

Tra i prodotti migliori merita di essere annoverato anche Yes Intimate Wash, utile per la cura della propria igiene intima è un detergente intimo delicato realizzato con soli ingredienti naturali e biologici al 100%. Grazie all’azione purificatrice dell’Aloe Vera in esso contenuto, favorisce l’equilibrio del Ph vaginale rimuovendo con delicatezza i batteri che causano cattivi odori. Ideato per un uso quotidiano, è perfettamente adatto alle pelli più esigenti e sensibili.

Se terrai fede ai consigli sopracitati noterai decisi cambiamenti nel giro di pochissimo tempo. Finalmente la secchezza intima durante il rapporto sarà soltanto un lontano ricordo e la tua vita sessuale sarà di nuovo piacevole, soddisfacente e appagata!