• Pagamento Alla Consegna

    Puoi pagare quando ricevi la merce a casa tua

  • Consegna gratis per ordini superiori ai 75€

    Ultima Spedizione 17.00

  • Protezione dei Dati del Cliente

    I tuoi dati sono al sicuro con noi

La produzione di sebo in eccesso porta alla calvizie

I capelli sono parte preziosa del nostro corpo e se folti, robusti e luminosi oltre ad essere un vantaggio dal punto di vista estetico, sono indice di buona salute. Tuttavia, la tipologia di capello varia da persona a persona e specifici fattori, in gran parte di natura genetica, comportano un precoce assottigliamento e diradamento del cuoio capelluto fino ad arrivare ad una caduta permanente del capello.

Tale fenomeno è il principale incubo degli uomini, sebbene anche le donne ne siano colpite ma sicuramente in numero inferiore. Gli uomini vivono tale situazione in maniera drammatica avvertendo un forte senso di disagio ed imbarazzo in pubblico, arrivando a percepire la calvizie come minaccia alla propria virilità.

Come abbiamo già avuto modo di dire, la calvizie è determinata da diversi fattori, primo fra tutti quello ereditario. In questo articolo, tuttavia, vogliamo soffermarci su una causa in particolare, ossia l'iperseborrea che comporta una produzione eccessiva di sebo. Quando questa patologia colpisce il cuoio capelluto, inizia a manifestarsi un progressivo assottigliamento e diradamento dei capelli.

Perché si verifica un eccesso di sebo sul cuoio capelluto? C’è una relazione tra sebo e capelli? Esistono rimedi? Se sì, quali?

Se sei giunto a questa pagina è perchè sicuramente ti starai ponendo già da un pezzo queste domande. In questo articolo cercheremo di dare le giuste risposte ed informazioni su questa patologia e soprattutto indicare i giusti trattamenti da seguire.

Eccesso di sebo nei capelli

Anzitutto chiariamo in che modo avviene la produzione di sebo, processo del tutto fisiologico che inizia nell’adolescenza.

Le ghiandole sebacee sono microscopiche e si trovano nel derma in prossimità dei follicoli piliferi da cui fuoriesce il capello. Nei follicoli si trova il dotto escretore, un condotto che trasporta il sebo, ossia la sostanza grassa prodotta dalla ghiandola sebacea spinta verso l’esterno. Il sebo è importante per il nostro cuoio capelluto in quanto svolge un’azione protettiva nei confronti della cute mantenendola idratata. Inoltre, svolge anche una funzione antibatterica.

Tuttavia, quando le ghiandole sebacee del cuoio capelluto sono troppo attive si parla di iperseborrea, una patologia i cui sintomi immediati sono il prurito accompagnato da dolore che deriva dall’infiammazione della cute. Iniziano a formarsi squame oleose non solo sulla cute del cuoio capelluto ma anche in prossimità delle orecchie andando a danneggiare, in casi estremi, anche il canale uditivo.

Il problema, tuttavia, va ben oltre il semplice inestetismo. Infatti, se trascurata, l’abbondante produzione di sebo in eccesso va ad alterare, con il tempo, l’equilibrio idrolipidico della cute causando la caduta permanente dei capelli. Ciò avviene perché l’eccesso di sebo si localizza e si accumula nei dotti escretori impedendo una corretta ossigenazione dei capelli e di conseguenza una loro normale crescita e sviluppo.

Risultato? Dopo ogni ciclo di vita, i capelli ricevono sempre meno nutrimento e crescono sempre più sottili e deboli; il follicolo si atrofizza sempre di più, fino a morire. Quando il follicolo muore, i capelli caduti non vengono più sostituiti e si parla di calvizie.

Sebo in eccesso e capelli

Da quanto detto finora è facile comprendere come vi sia una stretta relazione tra sebo e capelli. Una normale e fisiologica produzione di questa sostanza grassa è alleata dei nostri capelli, proteggendoli e idratandoli. Al contrario un eccesso di sebo, con il tempo, porta alla morte dei follicoli stessi.

Esistono, tuttavia, ben tre tipologie di seborrea:

  • Seborrea grassa: la cute si infiamma e si irrita facilmente e appare spesso untuosa. Inoltre, fanno la loro comparsa delle squame giallastre
  • Seborrea oleosa: in questa tipologia, la produzione di sebo è maggiore rispetto a quella grassa. Tuttavia, ad essere maggiore e più fastidioso è il prurito e la cute appare particolarmente fluida, un po’ simile all’olio, da cui il nome.
  • Seborrea secca: si caratterizza per la presenza di una consistente desquamazione e il prurito è fortissimo, quasi insopportabile.

In tutti e tre i casi si presenta una sudorazione smisurata tanto da emanare un odore particolarmente sgradevole, dovuto, nella gran parte dei casi, dalla combinazione di sudore e grasso insieme. Inoltre, è comune la comparsa di follicolite, comedoni e un generale deterioramento del capello; in questo modo il processo che porta al manifestarsi della calvizie o alopecia si fa sempre più veloce.

Iperseborrea

I motivi che portano allo scatenarsi dell’iperseborrea sono molteplici. Occorre anzitutto precisare che questa anomalia della cute può essere temporanea o permanente; è in quest’ultimo caso che parliamo di iperseborrea a livello patologico.

Nel primo caso, invece, l’iperseborrea si presenta per brevi periodi. Le cause sono varie; può essere causata da errati trattamenti per capelli con l’uso di prodotti o lozioni particolarmente aggressive, da infezioni del cuoio capelluto o semplicemente si può verificare in periodi di forte stress che provocano una vivace attività delle ghiandole sebacee.

Anche i fattori ambientali esterni non sono da escludere. In quest’ultimo caso il caldo gioca un ruolo fondamentale. L’aumento di calore porta conseguentemente ad una vasodilatazione dei capillari. Il sangue fluisce in maniera più abbondante e si verifica in questo modo un eccesso di sebo. Non è un caso che ci si lamenta di tale disturbo in estate piuttosto che nella stagione fredda. Ad ogni modo, se trattata correttamente e con tempestività, l’iperseborrea sarà solo transitoria.

Diversi sono invece i fattori che scatenano una iperseborrea patologica:

  • Squilibri ormonali
  • Alimentazione: un regime alimentare ricco di grassi compromette l’attività metabolica dell’organismo che si protegge eliminando i grassi in eccesso tramite le ghiandole esocrine. Le ghiandole sebacee, quindi, producono più sebo
  • Disfunzioni del sistema nervoso
  • Disfunzione epatiche e intestinali: queste alterazioni modificano la composizione chimica del sebo rendendolo inadeguato alla protezione del cuoio capelluto. Il grasso è però necessario, quindi le ghiandole continuano ugualmente a produrre sebo; si verifica in tal modo un accumulo e di conseguenza una iperseborrea.

I rimedi per il sebo in eccesso

Che si tratti di una iperseborrea transitoria o patologica, bisogna intervenire tempestivamente contro i capelli diradati. Fortunatamente, il mercato offre appositi trattamenti topici per scongiurare il pericolo di alopecia mantenendo al tempo stesso la chioma in salute.

ShytoBuy và incontro a qualsiasi tipo di esigenza o bisogno dei propri Clienti, garantendo sicurezza ed innovatività. La soddisfazione del Cliente è il nostro obiettivo primario ed è per questa ragione che tutti i prodotti proposti sono naturali e di alta qualità.

Spectral DNC è una lozione per capelli ad azione anticaduta. Contiene ingredienti che forniscono energia e stimolano il metabolismo del follicolo pilifero, rendendolo più vitale. C’è poi un altro aspetto interessante in cui l’azione di questa lozione si rivela particolarmente efficace: il grasso prodotto dalle ghiandole sebacee contiene DHT, un ormone additato dalla ricerca medica come il principale responsabile dell’alopecia androgenetica. Più DHT viene prodotto, più possibilità ci sono di sviluppare la calvizie. La speciale formulazione di Spectral.DNC, che rende la lozione più efficace di altre, sfrutta l’effetto antiossidante dei suoi ingredienti per migliorare la microcircolazione del cuoio capelluto ed è in grado di controllare la concentrazione del DHT prodotto, limitando la produzione di sebo in eccesso per garantire capelli più sani, robusti e folti.