• Pagamento Alla Consegna

    Puoi pagare direttamente in contanti al corriere

  • Consegna gratis per ordini superiori ai 75€

    Spedizione entro le 17.00 per i prodotti disponibili

  • Pacco anomimo

    Nessuno saprà cosa ordini, neanche il corriere

Cosa sono perimenopausa, menopausa e postmenopausa e come combatterle

Tutti sappiamo in cosa consiste la menopausa, quello che forse non molti sanno è cosa sono la perimenopausa e la postmenopausa. Scopriamo tutte le loro caratteristiche e che cosa comportano per la vita di una donna.

Cosa sono la perimenopausa, la menopausa e la postmenopausa?

Sulla menopausa siamo tutte d’accordo: è il periodo della vita di una donna in cui non compare più il ciclo. Infatti, in termini tecnici, la donna si trova nella fase della menopausa quando le mestruazioni non si presentano per 12 mesi consecutivi. Quindi generalmente l’ultima mestruazione rappresenta il punto di confine per questo importante passaggio di ogni donna. Meno comuni sono invece i concetti di perimenopausa e di post menopausa, su cui provvederemo a fare chiarezza.

Come dice l’etimologia stessa della parola (che deriva dal greco perì, intorno) la perimenopausa è un periodo di transizione che dura qualche anno e si estende, appunto, da quando la donna inizia ad entrare nella fase di infertilità fino alla menopausa vera e propria. In altre parole, la sequenza temporale è la seguente: perimenopausa, menopausa, postmenopausa.

Sulla durata di questa fase i dati non sono univoci. Infatti alcuni ritengono che l'arco temporale completo sia di quattro anni, altri ritengono che abbia una durata più breve, di soli pochi mesi, o al contrario altri ancora sostengono che i tempi di queste fasi siano ben più lunghi dei quattro anni. Si tratta comunque di statistiche o esperienze soggettive che possono variare da persona a persona.

Orologio silhouette donna menopausa

Di certo, non è così semplice stabilire con esattezza l’inizio della perimenopausa o climaterio. Infatti, durante questo periodo di adattamento possono comparire diversi sintomi, che variano da donna a donna, sia nell'intensità dei "disturbi" sia per quel che riguarda l'età della loro comparsa, che generalmente varia tra i 42 ed i 54 anni.

Tipicamente, nel corso della perimenopausa si verificano importanti mutamenti a livello ormonale perché il corpo, terminato il periodo fertile, perde la capacità di procreare e si prepara ad entrare nella fase di riposo.

Dopo la perimenopausa, la menopausa raggiunge il culmine di questo cambiamento perché coincide con la perdita completa della fertilità. Infatti le ovaie, responsabili della fertilità femminile in quanto produttrici anche dell'ormone estrogeno, smettono di funzionare riducendo il livello di questo ormone e causando tutti quei sintomi comunemente associati alla menopausa.

L'ultima fase è la postmenopausa e si riferisce al tempo della vita di una donna che segue la menopausa. Durante questo periodo, molti dei fastidiosi sintomi che una donna può aver provato durante la menopausa diminuiscono in maniera graduale fino a scomparire. Tuttavia le donne in postmenopausa sono maggiormente esposte all'osteoporosi e alle malattie cardiache.

Normalmente il ricorso a farmaci come la terapia ormonale o l'adozione di uno stile di vita più sano, può ridurre in maniera significativa il rischio associato a questa condizione. Ovviamente poiché il rischio che può essere corso da ogni donna varia da situazione a situazione, si consiglia di rivolgersi al proprio medico curante, soprattutto quando i sintomi sono più preoccupanti.

I sintomi

I sintomi associati agli squilibri ormonali della premenopausa possono essere vampate di calore, sbalzi d’umore, sudorazione notturna o irregolarità del ciclo. Tutti sintomi che spesso accompagnano la donna anche a lungo e con fastidio più o meno marcato. Queste manifestazioni, come abbiamo visto, sono una conseguenza diretta della riduzione della concentrazione di estrogeni nel sangue, responsabili tra l’altro della comparsa di patologie “caratteristiche” della postmenopausa che, se affrontate con il giusto approccio, garantiscono alla donna un'anzianità serena e in salute.

Più nel dettaglio, i sintomi che si potrebbero riscontrare sono:

  • Sudorazioni notturne e/o colpi improvvisi di freddo
  • Vampate di calore (una sensazione improvvisa di calore che si diffonde sul corpo)
  • Secchezza vaginale e disagio durante il sesso
  • Urgenza urinaria (un bisogno urgente di urinare molto spesso)
  • Cambiamenti emotivi molto frequenti (irritabilità, sbalzi d'umore, lieve depressione)
  • Pelle, occhi e/o bocca secca

Inoltre, le donne che vivono la fase della perimenopausa possono anche sperimentare:

  • Fastidio al seno
  • Peggioramento della sindrome premestruale (PMS)
  • Periodi di mestruazioni più copiose
  • Dolori articolari e muscolari
  • Cambiamenti nella libido sessuale
  • Difficoltà di concentrazione
  • Aumento del peso corporeo
  • Perdita di capelli

Tuttavia, questi sintomi non si presentano sempre nella stessa misura e in alcune situazioni potrebbe essere richiesto il consulto medico, come ad esempio nei casi di alterazioni cardiache ed urinarie, in presenza di mal di testa frequenti o altri tipi di problemi non elencati.

Fasi della menopausa

Il sesso in menopausa

Per una donna il sesso in menopausa può essere un’esperienza diversa rispetto a quello che era il rapporto sessuale prima di entrare in questa fase della vita. La scomparsa degli estrogeni e la riduzione degli androgeni portano ad una riduzione del desiderio e spesso alla conseguente difficoltà di eccitazione e del raggiungimento dell'orgasmo. La vascolarizzazione dei genitali e la lubrificazione vaginale si riducono.

Per comprendere il fenomeno e capire come cambia il sesso in menopausa, basta pensare che se per una donna giovane sono necessari circa quindici secondi per ottenere una buona lubrificazione, per le donne in menopausa possono essere necessari anche cinque minuti. Questo spiega già molti dei disagi che la menopausa arreca alla sfera della sessualità femminile.

Oltre alla lubrificazione, durante la menopausa si riduce anche l’elasticità della vagina, soprattutto nelle donne che non hanno un’attività sessuale regolare e frequente. Infatti una stimolazione diretta e frequente dei genitali, può aiutare ad evitare le conseguenze negative del cambiamento ormonale.

Tuttavia questi disagi possono essere facilmente ridotti, se non addirittura annullati, attraverso una lubrificazione artificiale della vagina. L'utilizzo di lubrificanti vaginali a base acquosa, come per esempio il gel lubrificante KY Jelly, o di creme al progesterone naturale, come Profeira, contribuisce infatti a diminuire la sensazione di disagio e di secchezza e a rendere i rapporti sessuali più soddisfacenti.

Come sappiamo, però, il desiderio sessuale è in gran parte stimolato dall’attività cerebrale e gli ormoni sono solo un fattore che supportano la normale funzione sessuale femminile. Quindi parte del problema è legato a fattori psicologici come stress, preoccupazioni, conflitti con il partner. Inoltre, può associarsi anche la scarsa soddisfazione sessuale femminile che potrebbe derivare da cambiamenti di stati psico-fisici come la mancanza di autostima, disagio emotivo, rifiuto del proprio corpo o difficoltà a relazionarsi. Tutte problematiche cha la menopausa può far affiorare. Chiaramente ciò non significa che la soddisfazione sessuale e la libido scompaiano, bisogna solo approcciarsi diversamente al cambiamento cercando di migliorare la propria vita sessuale.

Affrontare i cambiamenti

Si può lavorare sul nostro aspetto fisico, ed in particolare sull’area genitale, ripristinando tono, elasticità e resistenza di muscoli e organi della zona pelvica. È possibile attraverso i famosi esercizi di Kegel, di cui consigliamo l’approfondimento nella nostra pagina dedicata.

Sono disponibili anche terapie ormonali sostitutive, per via orale o cerotti, per riequilibrarne i livelli. Un altro fattore chiave è l’alimentazione e il controllo del peso. È necessario mantenere un corretto apporto di vitamine A, C, ed E oltre a isoflavoni della soia. Si consigliano poi cibi ricchi di vitamina E, B6, B12 e acido folico con funzione protettiva; vitamina D, calcio, zinco e magnesio, importanti anche per la salute delle ossa. Infine, abbinando una costante attività fisica, si potrà provare beneficio sia fisicamente che mentalmente.

ShytoBuy sceglie sempre di rimanere vicino alle tue necessità con il massimo dell’efficienza e della discrezione. Sulle nostre pagine troverai i lubrificanti naturali migliori del mercato e le creme per secchezza vulvare più adatte alle tue esigenze personali.