Pagamento Alla Consegna
Puoi pagare direttamente in contanti al corriere

Consegna gratis per ordini superiori ai 50€
Spedizione entro le 17.00 per i prodotti disponibili

Pacco anomimo
Nessuno saprà cosa ordini, neanche il corriere

Tinea

Come prevenire la tigna

Tra le infezioni superficiali della pelle, la tigna è una micosi piuttosto antiestetica e fastidiosa. Al contrario di ciò che si può pensare, è molto comune tra la popolazione e può essere trasmessa anche dagli animali all’uomo. È bene riconoscere quest’infezione per curarla nel modo corretto e aiutare a prevenirla.

La tinea della pelle

Scientificamente chiamata con il nome di tinea corporis, la tigna è un’infezione micotica causata da funghi che attaccano lo strato più superficiale della pelle. In questo strato si trova la cheratina, fonte di nutrimento per questi funghi. Ecco quindi che l’infezione si sviluppa inizialmente con piccoli brufoli che poi pian piano si allargano in modo circolare e assumono una particolare colorazione rossastra. Le zone maggiormente interessate da questo disturbo sono il viso, le mani e i piedi, nonché il cuoio capelluto e le unghie.

L’estensione e il progredire dell’infezione dipendono dalla zona colpita ma soprattutto dalla capacità del corpo di contrastare questa stessa infezione. Bisogna prestare particolare attenzione al suo manifestarsi negli animali, perché possono diventare veicolo di trasmissione. Allo stesso modo, tra gli umani si diffonde per contatto diretto oppure attraverso l’utilizzo di indumenti e biancheria infetti. È sempre buona regola utilizzare i propri effetti personali, soprattutto quando si parla di salute e igiene.

Diagnosi e cura

Una corretta diagnosi è fondamentale per trattare un’infezione nel modo corretto. Nel caso della tigna, sul nostro corpo si possono manifestare chiazze rosse e circolari che tendono a desquamarsi, a volte accompagnate da una sensazione di prurito. È bene quindi procedere con un esame micologico che vada ad analizzare i parassiti presenti nelle squame e nei peli. Dopo aver individuato e isolato il fungo responsabile della tigna, il medico può prescrivere la cura più adatta alla sintomatologia del paziente.

La terapia più utilizzata è quella che vede l’impiego di farmaci antimicotici, sia per via topica che per via orale. In ogni caso è l’estensione dell’infezione che determina il tipo di farmaci da adoperare per il trattamento della tigna. Generalmente i sintomi non spariscono in breve tempo. Sono necessarie dalle due alle quattro settimane di cura prima di vedere i risultati. Nel frattempo è bene stare attenti alle zone colpite dall’infezione per prevenire il contagio con altre persone.

Prevenzione

Come la maggior parte delle infezioni fungine, il rischio di contagio è molto elevato. Qualora la tigna sia accompagnata da prurito, è necessario evitare di grattarsi per impedire al fungo di propagarsi sul resto del corpo. In quel caso la terapia potrebbe allungarsi o addirittura aggravarsi a causa delle lesioni molto estese. Bisogna inoltre stare attenti agli animali randagiperché spesso sono portatori di tigna così come di altre malattie contagiose.

Per prevenire il diffondersi del contagio da tinea è opportuno utilizzare sempre i propri vestiti e la propria biancheria, soprattutto quando si entra in contatto con ambienti quali le palestre e gli spogliatoi. In questi luoghi il proliferare di batteri è molto alto a causa dell’umidità, habitat naturale delle infezioni. L’igiene quotidiana di mani e piedi, così come l’abitudine di indossare scarpe traspiranti, aiuta a contrastare l’insorgere della tigna.

Prodotti naturali per la tigna

In commercio sono presenti diversi prodotti per la tigna della pelle, utili per contrastarne i sintomi e prevenire altre eventuali infezioni. Sono tutti prodotti a base di estratti naturali sotto forma di olio, sapone, creme e unguenti. Generalmente sono adatti a tutti i tipi di pelle, ma è sempre buona regola consultare la lista degli ingredienti per evitare reazioni allergiche.

La detersione e l’idratazione della pelle sono importanti per la salute del nostro corpo. L’epidermide ci protegge dagli agenti esterni e dev’essere curata nel modo più adeguato. Una corretta igiene personale è il primo passo per prevenire l’insorgenza di spiacevoli infezioni che possono condizionare in maniera negativa la nostra quotidianità.

Altri Articoli Interessanti