Pagamento Alla Consegna
Puoi pagare direttamente in contanti al corriere

Consegna gratis per ordini superiori ai 50€
Spedizione entro le 17.00 per i prodotti disponibili

Pacco anomimo
Nessuno saprà cosa ordini, neanche il corriere

Cicatrici

Cicatrici da Acne: Come si curano

L’età adolescenziale è costituita da cambiamenti fisici e ormonali, ma nella stragrande maggioranza dei casi porta con sé anche fastidiosi problemi. Uno di questi è l’acne che interessa moltissimi giovani, senza distinzione di sesso. Solitamente questa malattia scompare attorno ai 20 anni ma a volte ci si può portare dietro i segni per tanto tempo.

Cos’è l’acne e quali sono le cause

L’acne è una malattia della pelle che si manifesta con la comparsa di lesioni più o meno gravi sul corpo. Le zone maggiormente interessate da questo disturbo sono il viso e la schiena, particolarmente ricche di ghiandole sebacee. Ecco dunque che soprattutto i cambi ormonali dell’adolescenza aumentano la produzione di sebo fino a infiammarne le ghiandole. Dopodiché cominciano a formarsi delle pustole rossastre piuttosto antiestetiche.

A seconda della gravità con cui questa malattia si presenta, si possono indagare ulteriori fattori patologici scatenanti. Per le fasi più acute si cerca di individuare alterazioni metaboliche e ormonali, soprattutto nelle donne che in quella specifica fase della loro vita hanno a che fare anche con la prima comparsa del ciclo mestruale. Un’opportuna valutazione dermatologica può chiarire la gravità della situazione e consigliare il giusto metodo per sconfiggere il problema.

Le cicatrici da acne

Una volta individuato il fattore scatenante, l’acne può essere curata e risolta. È molto importante però agire tempestivamente per non lasciare tracce sulla pelle. Le cosiddette cicatrici da acne si presentano quando la patologia è stata trattata in maniera tardiva, errata o incompleta, causando talvolta infezioni a livello sottocutaneo. La pelle assume perciò un aspetto butterato con i caratteristici buchi e avvallamenti epidermici.
Anche per quanto riguarda le cicatrici, l’età può fare molto la differenza. Trattarle negli anni adolescenziali, quando la pelle è ancora giovane ed elastica, ha sicuramente i suoi vantaggi. Al contrario, mettere da parte il problema e affrontarlo in età più avanzata riduce le possibilità di una totale guarigione. Ecco perché soprattutto alle giovani donne si consiglia di non abusare con trucchi e cosmetici per coprire la pelle butterata. Questo comportamento può infiammare ancora di più la pelle e riacutizzare il problema.

Cura e prevenzione

Prevenire la comparsa delle cicatrici da acne è di fondamentale importanza per non dover fare i conti con una situazione più grave in futuro. Innanzitutto è importante non stressare la pelle schiacciando i brufoli per farne uscire il pus. Questa tecnica rischia di infiammare la cute anche a causa dei batteri presenti sulle nostre mani. È opportuno invece intervenire tempestivamente con una cura antiacne alla prima comparsa delle pustole, sempre sotto consulto medico. Questi trattamenti spesso possono comprendere anche medicinali e antibiotici. Nel caso la prevenzione non fosse sufficiente, si possono prendere in considerazione trattamenti estetici più o meno invasivi. Esistono tecniche per la rimozione chirurgica delle cicatrici che devono essere effettuate esclusivamente da uno specialista in quanto presentano comunque dei rischi da tenere in considerazione. Si parla anche di stimolo alla rigenerazione del collagene con tecniche di Needling e Micropeeling, nonché riempimento delle depressioni con tecnica filler. Si trovano poi in commercio alcuni prodotti per le cicatrici da acne che aiutano non solo a lenire e a rafforzare la pelle con lozioni naturali, ma anche a riattivare e rigenerare le cellule cutanee. Un altro metodo efficace è il Microneedling. Quest’ultimo si serve di piccoli aghi per stimolare la naturale produzione di collagene, una sostanza naturalmente prodotta dall’organismo e indispensabile per la sua sopravvivenza. In ogni caso è sempre opportuno rivolgersi al dermatologo per assicurarsi di utilizzare i rimedi più adatti alla condizione della propria pelle.

Altri Articoli Interessanti