Pagamento Alla Consegna
Puoi pagare direttamente in contanti al corriere

Consegna gratis per ordini superiori ai 50€
Spedizione entro le 13.00 per i prodotti disponibili

Pacco anomimo
Nessuno saprà cosa ordini, neanche il corriere

Capelli Danneggiati

I Benefici della biotina sui capelli danneggiati

Chi si trova a dover fare i conti con capelli danneggiati o a rischio di caduta, può trovare nella biotina un valido alleato. Questa vitamina è utilizzata per la produzione di shampoo e integratori naturali adatti a ogni tipo di persona. Vediamo quali sono i benefici della biotina sui capelli danneggiati.

Biotina: cos’è e a che cosa serve

La biotina è detta anche vitamina B8, vitamina H o vitamina I. Fa parte di quelle vitamine idrosolubili che hanno bisogno di essere integrate con l’alimentazione perché non si accumulano in maniera naturale nell’organismo. Si può quindi assumere attraverso cibi animali o vegetali, in particolare carni bianche, formaggi, pesce e uova oppure carote, spinaci, fagioli e funghi.

La biotina viene utilizzata anche come ingrediente principale degli integratori per il trattamento di acne e alopecia, in quanto contribuisce a mantenere l’integrità di unghie e capelli. Nelle persone con carenza di biotina, l’integrazione di questa vitamina è in grado di bloccare la caduta dei capelli. Al contrario, integrarla in pazienti con valori normali non darebbe gli stessi risultati.

Le cause dei capelli danneggiati

Quando si riscontra un problema, che sia a livello organico o superficiale, bisogna indagarne attentamente le cause. I capelli danneggiati, secchi e sfibrati possono essere il frutto di tutto un insieme di fattori. A volte un forte stress può condizionare la nostra vita ma soprattutto la nostra salute, e anche i capelli ne risentono. Il consiglio principale è quello di capire se c’è una causa esterna o psicologica che sia in grado di influenzare il nostro sistema immunitario. Nel caso non fosse così, potrebbe essere colpa dello stile di vita o dell’invecchiamento.

Erroneamente si crede che non ci si debba preoccupare dell’invecchiamento fino a che non si arriva ai 40 o 50 anni. In realtà già dopo i 25 è possibile percepire i primi segnali. Ci sono anche alcuni casi di calvizie che si presentano addirittura attorno ai vent’anni, ma la maggior parte delle volte è questione di genetica e quindi non controllabile. Lo stile di vita invece è qualcosa che possiamo modificare e migliorare. È bene curare la propria alimentazione assumendo abbastanza proteine. È fondamentale non stressare troppo i capelli con piastre e tinture. Infine, anche un eccessivo consumo di alcol può rovinare la pelle e danneggiare il cuoio capelluto.

Gli integratori naturali per capelli

Eventuali patologie come l’alopecia possono condizionare enormemente la vita di una persona. Ecco quindi che la vitamina B8 può costituire un valido aiuto per migliorare la salute dei capelli. Per fare questo si può ricorrere all’utilizzo di integratori naturali per capelli, che hanno il compito di rinforzare l’organismo aggiungendo al suo interno gli elementi mancanti. Possono essere assunti per via orale, tramite compresse, oppure con unguenti e shampoo per via topica.

Uno dei grandi punti di forza degli integratori naturali è l’assenza di prodotti chimici. Estratti e principi attivi di origine naturale sono

privi di controindicazioni o reazioni allergiche

. Inoltre vanno ad agire non solo sulla caduta dei capelli, ma anche su un’eventuale debolezza e colorazione tendente al grigio. A seconda del tipo di disagio, ognuno può trovare la soluzione giusta e agire in maniera mirata per risolvere il problema.

Come ogni rimedio casalingo, è sempre bene fare attenzione alla lista degli ingredienti. Bisognerebbe accertarsi di non essere allergici o intolleranti a qualche particolare sostanza, anche se naturale. Per fare ciò, è meglio chiedere parere al proprio medico curante che saprà sicuramente consigliare l’integratore giusto per la salute dei vostri capelli.

Altri Articoli Interessanti