• Pagamento Alla Consegna

    Puoi pagare quando ricevi la merce a casa tua

  • Consegna gratis per ordini superiori ai 75€

    Ultima Spedizione 17.00

  • Protezione dei Dati del Cliente

    I tuoi dati sono al sicuro con noi

Sesso anale. Tra tabù e intimità di coppia

Il sesso anale resta ancora per molti un tabù, eppure anche questo tipo di rapporto può rappresentare un momento di grande intimità e complicità nella coppia.

Il sesso anale: intimità di coppia

Arrivata ad un certo punto, una coppia potrebbe sentire il bisogno di sperimentare nuovi modi di vivere la propria sessualità. Il “coito” e la “fellatio”, ossia il sesso tradizionale e quello orale, sono le forme di rapporto sessuale più praticate ma queste, a volte, finiscono per diventare una monotona routine che affievolisce la fiamma del più intimo desiderio. C’è quindi bisogno, ogni tanto, di riaccendere la passione.

Quando si tratta di scegliere quale altra forma di rapporto sperimentare, uno degli atti sessuali più considerati è quello della penetrazione anale che però crea spesso delle perplessità ed è spesso considerato un tabù.

Sesso anale: Come lo vivono le donne

sedere donna jeans

Nel sesso anale la donna svolge un ruolo per lo più passivo, associandolo alla masturbazione clitoridea o vaginale incrementando così il piacere. Esso provoca un rilassamento dei muscoli anali che agevola la penetrazione.

La percentuale di donne che accetta di praticare il sesso anale e che ne trae piacere è, secondo alcune statistiche, molto bassa. Circa il 25% di loro ammette di aver vissuto l’esperienza del rapporto anale ma solamente il 10% di queste sostiene di aver provato piacere nel praticarlo.

Ad ogni modo, le cause dello scarso gradimento e della riluttanza femminile nell’eseguire questo tipo di rapporto sessuale sono dovute a ragioni sia psicologiche che fisiche.

Alcune sono contrarie per timore del dolore che effettivamente si può provare durante le prime esperienze. Inoltre, secondo alcune interviste, solo pochissime donne sono state capaci di raggiungere un orgasmo tramite il sesso anale, dunque spesso potrebbero risultare disinteressate ad eseguire questa pratica. Altre donne, invece, semplicemente considerano la penetrazione dell’ano una tecnica degradante e maschilista, in quanto si sentirebbero trattate come uno strumento finalizzato al piacere a senso unico.

Come vivono gli uomini il sesso anale

Per quanto riguarda l’uomo, invece, la sessualità di coppia anale rappresenta un momento di piacere intenso sia fisico che psicologico. Dal punto di vista fisico, l’uomo durante la penetrazione attiva dell’ano prova maggior piacere, perché lo sfintere anale è più stretto della vagina e quindi esercita una pressione più forte sul pene.

In questo tipo di rapporto all’uomo è richiesto il massimo grado di attenzione e delicatezza, proprio per il possibile dolore che potrebbe causare l’ingresso del pene nell’ano della compagna.

Ad aumentare la libido maschile durante questa pratica sessuale è anche il forte coinvolgimento psicologico.

Nel caso in cui sia l’uomo ad essere il ricevente, il piacere dato dalla penetrazione anale è dovuto alla stimolazione della prostata, la ghiandola responsabile della produzione del liquido prostatico che è uno dei principali componenti dello sperma. La prostata è considerata una delle zone erogene più sensibili dell’apparato maschile, capace di regalare orgasmi molto intensi.

Consigli utili per un sesso anale sicuro e piacevole per entrambi

L’ano è formato da due sfinteri. Uno involontario, più interno, che è caratterizzato da una muscolatura liscia che non può essere controllata volontariamente. L’altro sfintere detto appunto "volontario", invece, è formato da una muscolatura striata importantissima per la continenza e che può essere contratta e rilassata volontariamente. Lo sfintere volontario è responsabile anche del controllo dell’ano durante i rapporti sessuali. Questa area del corpo possiede numerosissime terminazioni nervose, è altamente vascolarizzata ed ha un’elasticità muscolare piuttosto limitata, a differenza della vagina che invece è più elastica per conformazione naturale.

Per questo la paura più diffusa connessa al sesso anale, nutrita soprattutto dalle donne, è quella di provare dolore. Del resto, se la mente è concentrata più sulla paura del dolore che sul piacere intenso e reciproco, sarà molto difficile vivere serenamente questa esperienza di per sé molto appagante.

Se vi state preparando per la vostra prima volta, quindi, sono necessari alcuni accorgimenti. Innanzitutto, per permettere una penetrazione anale piacevole e non dolorosa, è necessaria un’ottima lubrificazione. Sono in commercio svariati lubrificanti naturali, in gel o spray, a base di acqua o silicone che contribuiscono a rendere il sesso anale più fluido. Se applicati con un piacevole massaggio, possono rendere la penetrazione e il rilassamento dello sfintere un momento di complicità e di piacere, non traumatico.

La pratica del sesso anale, in teoria, non comporta il rischio di gravidanza; tuttavia alcuni residui di sperma potrebbero raggiungere la vagina, causando così la fecondazione. Non è ben chiaro se questo tipo di rapporti possa causare incontinenza fecale.

Qui di seguito elenchiamo diversi punti da seguire per una corretta procedura del sesso anale:

  • Prima del rapporto e durante i preliminari è necessario lubrificare le parti interessate utilizzando lubrificanti a base di acqua o silicone.
  • Iniziare accarezzando lo sfintere anale e i glutei per rilassare i muscoli, inserendo in seguito un dito delicatamente.
  • Non passare mai dalla penetrazione anale a quella vaginale con lo stesso preservativo perché ciò comporta il rischio di trasmissione di batteri.
  • Prestare sempre la massima attenzione alle richieste del proprio partner e fermarsi qualora sentisse dolore.
  • Procedere lentamente nella penetrazione per non creare lesioni.
  • Indossare il preservativo anche durante il rapporto sessuale anale per proteggersi da malattie sessualmente trasmissibili e gravidanze indesiderate.
  • Scegliere una posizione comoda per favorire la penetrazione.
  • Ricorrere all’utilizzo di lubrificanti ogni qual volta si renda necessario.
  • Non avere fretta di terminare il rapporto.

Posizioni ideali per il sesso anale: coppie omosessuali ed eterosessuali

Non esistono posizioni che si addicono a tutti né consigliate in senso generale perché tutto dipende dalle preferenze individuali e di coppia. Anche nel caso di sesso anale tra coppie omosessuali, le posizioni sono soggettive e le più utilizzate sono le stesse delle coppie eterosessuali. Ovviamente, in alcune di queste le sensazioni possono essere diverse:

Disteso sul ventre: il partner attivo determina il ritmo, mentre si consiglia al partner passivo di tenere un cuscino sotto al bacino.

Doggy style: Il partner attivo può entrare in profondità ma entrambi riescono a definire il ritmo della penetrazione anale.

Disteso sulla schiena: posizione non comodissima, ma che permette di baciare e avere il contatto visivo con il partner.

In piedi: molto comoda soprattutto se il rapporto non avviene in camera da letto ma in situazioni "inusuali”.

In conclusione, possiamo definire il rapporto sessuale anale anche come l’infrazione di un tabù, una ribellione verso il tradizionalismo sessuofobico religioso che considera questa pratica collegata ad attività maligne e pertanto vietata, come in alcune giurisdizioni che l’hanno resa illegale.

Basta solo pensarci e la penetrazione anale può diventare più semplice grazie, per esempio, a ID Backslide Lubrificante Anale e alla sua formula extra densa, facile da applicare e utilizzabile insieme a profilattici e sex toys. Idoneo anche per il sesso vaginale, è un affidabile prodotto che vi regalerà momenti speciali durante la vostra intimità.