Le linee sono aperte dalle 9 alle 20 dal Lun-Ven e 10-16 il Sabato

06 9480 0220 Chatta con noi
  • Pagamento Alla Consegna

    Puoi pagare quando ricevi la merce a casa tua

  • Consegna gratis per ordini superiori ai 50€

    Ultima Spedizione 17.00

  • Migliaia di clienti soddisfatti!

    Recensioni da TrustPilot

Perché l’ano diventa scuro?

Lo sbiancamento anale è finalmente realtà anche per chi non può rivolgersi alle costosissime cure del chirurgo estetico. Sono disponibili diverse creme e diverse lozioni che possono essere utilizzate senza alcun tipo di problema anche a casa, spendendo poche decine di euro, per riportare il colorito del proprio ano verso tonalità più naturali e comunque più simili a quelle della pelle circostante.

Un procedimento per migliorare il colore del proprio ano, come abbiamo appena detto, c'è. Ma quali sono le cause dell'inscurimento dell'ano? Perché l'ano diventa più scuro? Quali sono i processi, biologici e non, che portano ad avere una pelle che ricopre l'ano che diventa più scura dell'area circostante?

Risponderemo insieme a queste domande, cercando anche di capire se sia il caso o meno di cambiare abitudini (soprattutto igieniche) per prevenire la comparsa di questo tipo di problematica.

Quello che dovrebbe però rassicurare sia chi soffre di questo problema, sia chi abbia notato la problematica sul partner, è che in alcun modo l'igiene personale del soggetto è coinvolta in questo processo.

1. L'area anale è molto vascolarizzata

Il primo "problema", se così vogliamo chiamarlo, riguarda la natura economica del nostro ano. Si tratta di uno sfintere che è sottoposto a grandi sollecitazioni per tempi brevi e l'evoluzione ha portato allo sviluppo di una vascolarizzazione molto intensa di tutta l'area. È lo stesso motivo per il quale le grandi e piccole labbra vaginali, ad esempio, si presentano più scure, soprattutto in fase di eccitazione.

Trattandosi di una zona capillarmente vascolarizzata, l'ano si presenta naturalmente più scuro rispetto ad altre parti del nostro corpo, soprattutto quelle circostanti.

Questa particolarità non può essere, per fortuna, in alcun modo combattuta. Dalla vascolarizzazione molto diffusa del nostro ano dipende infatti la funzionalità dello stesso.

2. È un tratto di cute ibrido

Ricordiamoci inoltre che l'ano costituisce il tratto d'unione tra mucosa interna e pelle esterna e che proprio in questa area si trovano dunque a coesistere due diversi tipi di tessuto, spesso sovrapposti.

Quando i tessuti si sovrappongono, tenendo in aggiunta conto del fattore vascolarizzazione, appaiono dall'esterno più scuri, motivo per il quale talvolta anche tra i più giovani possiamo notare degli ani più scuri.

Quando però il problema è, per così dire, grave, è difficile che la colorazione scura dell'area sia dovuta ai primi due motivi che abbiamo elencato poco sopra. Sono infatti coinvolte altre particolari dinamiche che possono portare l'area ad avere una pigmentazione maggiore (e quindi un colore più scuro), delle quali parleremo tra pochissimo.

3. Accumuli di cheratina - la causa principale dell'inscurimento anale

Gli accumuli di cheratina sono la causa più comune quando l'ano si è inscurito passata una certa età. Certo, non parliamo soltanto di casi che colpiscono gli ultra-settantenni, ma di problematiche che possono affliggere il soggetto già superati i 25-30 anni.

La cheratina, dal colore scuro e parzialmente responsabile della colorazione della nostra pelle, trova nella pelle degli sfinteri le condizioni ideali per accumularsi, rendendo tutta l'area più scura e dunque causando quei problemi che portano poi chi ne soffre a cercare soluzioni per lo sbiancamento anale.

Non vi è purtroppo alcun tipo di possibilità di prevenire questo evento, biologicamente inevitabile.

La buona notizia è che, come vedremo in conclusione, c'è la possibilità di superare il problema in questione con rimedi naturali, sia da preparare a casa sia invece acquistati dai migliori produttori, che possono andare a sciogliere gli accumuli di cheratina, anche in pochissimo tempo, ridonandoci un colorito dell'ano perfettamente congruo con quello circostante.

Certo che sì. Si tratta di un'area che può essere trattata senza alcun tipo di problema ricorrendo a prodotti specifici, soprattutto di origine naturale, che hanno la capacità di attaccare i depositi cheratinici e di scioglierli.

Con l'applicazione ripetuta e costante di queste creme possiamo andare ad attaccare direttamente tali depositi e, senza che ci sia la possibilità di reazioni allergiche o comunque avverse.

Come si usano le creme per lo sbiancamento anale?

Le migliori creme sul mercato, come Star White Crema Schiarente sono molto facili da usare. Bastano 5 minuti al giorno per avere a disposizione tutto quello di cui si ha bisogno per cominciare a sbiancare l'ano in modo rapido ed efficace.

  • Detergere l'area 1.l'area anale, sulla quale dovremo andare ad applicare la crema sbiancante, va pulita con attenzione. Un normalissimo bidet sarà più che sufficiente per ottenere il grado di pulizia di cui abbiamo bisogno
  • Applicare una piccola quantità di crema sulle mani: prendiamo dalla confezione la nostra crema e poi applichiamola direttamente sull'area anale, quella che ci interessa sbiancare in modo rapido ed efficace
  • Massaggiamo l'area fino a quando la crema non sarà completamente assorbita

Basteranno pochissimi minuti al giorno e, nel giro di poche settimane, il nostro ano sarà tornato dello stesso identico colore dell'area circostante.

È necessario rivolgersi alle cure di uno specialista?

Lo specialista che si occupa di sbiancamenti è il chirurgo estetico, che applica creme sbiancanti specializzate, dal costo molto elevato, costo al quale va aggiunta anche la carissima parcella del medico.

Per anni questa procedura è stata l'unica valida e possibile per chi voleva sbiancare il proprio ano. Oggi non ci sono vantaggi di sorta a scegliere questo tipo di soluzione per chi vuole sbiancare l'ano. Si può fare tutto in casa, senza alcun tipo di problema.

Iscrizione
alla Newsletter