• Pagamento Alla Consegna

    Puoi pagare quando ricevi la merce a casa tua

  • Consegna gratis per ordini superiori ai 75€

    Ultima Spedizione 17.00

  • Protezione dei Dati del Cliente

    I tuoi dati sono al sicuro con noi

Imbrunimento anale: cause e soluzioni

Lo sbiancamento anale è finalmente realtà anche per chi non può rivolgersi alle costose cure del chirurgo estetico. Infatti sul mercato sono disponibili creme e lozioni che possono essere utilizzate in tutta tranquillità anche a casa. Spendendo poche decine di euro è possibile schiarire il colorito del proprio ano verso tonalità più naturali o comunque più simili a quelle della pelle circostante. Ma quali sono le cause dell'inscurimento dell'ano?

Risponderemo a questa domanda e cercheremo di capire anche se sia il caso o meno di cambiare abitudini (soprattutto igieniche) per prevenire la comparsa di questo tipo di problematica. Va comunque specificato che l'igiene personale non è coinvolta in nessun modo in questo processo.

L’area anale

Normalmente l’area anale è soggetta a grandi sollecitazioni di diversa natura che generano una maggiore vascolarizzazione dell’area come risultato principale. Per lo stesso motivo anche le grandi e piccole labbra vaginali si presentano più scure rispetto al resto del corpo, soprattutto in fase di eccitazione. Trattandosi di una zona capillarmente vascolarizzata, l'ano è naturalmente più scuro rispetto ad altre parti del nostro corpo. Questa particolarità, però, non rappresenta un problema né va combattuta, in quanto è un indicatore della corretta vascolarizzazione dell’ano. Bisogna inoltre ricordare che l'ano costituisce il tratto d'unione tra mucosa interna e pelle esterna e che dunque proprio in questa area si trovano a coesistere due diversi tipi di tessuto, spesso sovrapposti. Quando ciò accade, tenendo anche conto del fattore vascolarizzazione, i tessuti appaiono più scuri dall'esterno, motivo per il quale talvolta anche tra i più giovani si può notare un ano più scuro rispetto alla norma. Alcune particolari dinamiche, però, possono portare questa area ad avere una pigmentazione maggiore e quindi un colore molto più scuro.

La causa principale dell’inscurimento anale: accumuli di cheratina

Col passare degli anni, gli accumuli di cheratina sono la causa più comune dell’inscurimento dell’ano. Non parliamo soltanto di casi che colpiscono gli ultrasettantenni ma di problematiche che possono affliggere anche giovani di 20-30 anni. La cheratina, dal colore scuro e parzialmente responsabile della colorazione della nostra pelle, trova le condizioni ideali per accumularsi nella pelle degli sfinteri, rendendo di conseguenza tutta l'area più scura. Non vi è purtroppo alcun tipo di possibilità per prevenire questo evento, biologicamente inevitabile. La buona notizia è che grazie ad alcuni rimedi naturali, sia da preparare a casa sia da acquistare direttamente negli shop online, è possibile affrontare efficacemente il problema.

Come si può intervenire?

Lo specialista che si occupa di sbiancamenti anali è il chirurgo estetico che applica creme sbiancanti specializzate dal costo molto elevato, a cui va aggiunta anche la carissima parcella del medico. Per anni questa è stata l'unica procedura valida e possibile per chi voleva sbiancare il proprio ano. Oggi non ci sono più vantaggi di sorta a scegliere questo tipo di soluzione. Se poi la procedura dello sbiancamento anale è effettuata da mani inesperte o da centri benessere non adeguatamente attrezzati, i rischi principali possono essere la formazione di cicatrici, herpes o anche infezioni. Nei casi più gravi una procedura non effettuata in maniera corretta può anche portare ad una stenosi, ossia ad un restringimento del canale orifizio con conseguenze pericolose per la salute.

L’area anale è una zona che può essere trattata senza alcun problema ricorrendo a prodotti specifici, soprattutto di origine naturale, che hanno la capacità di attaccare i depositi cheratinici e di scioglierli, rendendo così la pelle più chiara senza rischi di reazioni allergiche o dannose per la salute. Le creme naturali per lo sbiancamento anale costituiscono una soluzione sicura per tutti coloro che vogliono schiarire il proprio ano ma che non vogliono ricorrere ad un chirurgo o ad un’estetista. Sia per questioni di privacy, sia perché preferiscono soluzioni meno invasive per affrontare questo inestetismo.

Come si usano le creme per lo sbiancamento anale?

Le migliori creme sul mercato sono molto facili da usare, come ad esempio Star White Crema Schiarente. Bastano 5 minuti al giorno per avere a disposizione tutto il necessario per sbiancare l'ano in modo rapido ed efficace. Si tratta di un prodotto delicato che non causa irritazione alla pelle e ai tessuti sensibili dell’area intorno all’ano e che nello stesso tempo è in grado di svolgere la sua funzione schiarente naturale rispettando la normale sensibilità della pelle, evitando ogni danno fisico o delusione nel risultato.

Più nello specifico la procedura da seguire per un corretto uso della crema consiste in:

  • Detergere l'area: l'area anale su cui applicare la crema sbiancante va pulita con attenzione. Un normalissimo bidet sarà più che sufficiente per ottenere il grado di pulizia necessario;
  • Applicare una piccola quantità di crema sulle mani: prendere dalla confezione una piccola quantità di crema e applicarla direttamente sull'area anale che si vuole schiarire in modo rapido ed efficace;
  • Massaggiare l'area: fino a quando la crema sarà completamente assorbita.

Basteranno una manciata di minuti al giorno e nel giro di poche settimane l’ano tornerà dello stesso colore dell'area circostante.