Pagamento Alla Consegna
Puoi pagare direttamente in contanti al corriere

Consegna gratis per ordini superiori ai 50€
Spedizione entro le 17.00 per i prodotti disponibili

Pacco anomimo
Nessuno saprà cosa ordini, neanche il corriere

Eczema

Soffro di Eczema? 5 Segnali per Capirlo

La dermatite può presentarsi in diverse forme, una di queste è l’eczema. Le cause di questa malattia sono molteplici e i sintomi si manifestano con lesioni cutanee piuttosto antiestetiche. Vediamo che cos’è nello specifico l’eczema e quali sono i segnali per individuarlo.

Cos’è l’eczema

L’eczema è una forma di dermatite, ovvero un’infiammazione della pelle non contagiosa che procura prurito e arrossamento di vario tipo a seconda della gravità. Può essere causata da fattori esterni, detti esogeni, come ad esempio detergenti e solventi molto aggressivi. Oppure può essere determinata da fattori interni, cioè endogeni, che dipendono in maniera diretta da malfunzionamenti dell’organismo. La durata della malattia e il suo aggravarsi sono strettamente collegati al tipo di trattamento utilizzato e alla predisposizione del corpo al ripresentarsi del disturbo.

I segnali per individuarlo

I segnali tipici per capire che si tratta di eczema sono:

  1. Prurito. Varia di intensità a seconda dell’estensione del problema. A volte può addirittura influenzare l’andamento del sonno tenendoci svegli durante la notte per il fastidio.

  2. Arrossamento. Si presenta in concomitanza con il prurito e costituisce la fase acuta della malattia, quella in cui compaiono anche vesciche e secrezioni.

  3. Comparsa di papule. Sono vescicole molto spesse, quasi solide e di forma conica che si presentano a livello epidermico. Non contengono pus ma possono svilupparsi a forma di grappolo ed essere accompagnate da rash cutaneo. Le papule caratterizzano la fase subacuta della malattia.

  4. Formazione di crosticine. Nella fase cronica le lesioni cutanee tendono pian piano a risolversi, portando con sé però screpolature e croste antiestetiche. Nonostante siano brutte da vedere significa che la malattia sta rallentando la sua corsa.

  5. Desquamazione. Questa è l’ultima fase, quella che porta poi alla guarigione. È importante utilizzare un trattamento adeguato per evitare la ricomparsa del disturbo o comunque per diminuirne la gravità.

Come trattare naturalmente le infezioni eczematiche

Per capire come trattare l’eczema bisogna innanzitutto rivolgersi a un dermatologo che avrà il compito di valutare l’avanzamento della malattia e consigliare il metodo giusto per debellarla. Esistono poi rimedi naturali per alleviare i sintomi dell’eczema, che possono essere messi in pratica con prodotti presenti quotidianamente nelle nostre case. In cucina troviamo l’olio d’oliva, la camomilla e l’aceto di mele. Tutti questi alimenti hanno proprietà antibatteriche e lenitive che aiutano la pelle a ristabilire il proprio equilibrio, anche solo con la loro semplice applicazione sulla cute irritata. Il bicarbonato di sodio invece è molto utile per pulire la pelle e attenuare il dolore aggiungendone qualche cucchiaio a un bel bagno caldo.

Altri consigli per la cura dell’eczema

Nel caso in cui l’eczema sia dovuto a fattori esterni, bisogna eliminare il problema alla radice. Se c’è un particolare solventeo un determinato detergente che scatena reazioni allergiche è bene evitare di utilizzarlo. In alternativa è possibile indossare protezioni adeguate, come i guanti, per maneggiare questi prodotti. Allo stesso modo anche i profumi troppo aggressivi possono danneggiare la pelle. È sempre bene usare prodotti quanto più possibile naturali per evitare arrossamenti e allergie. Anche le fibre dei vestiti possono essere causa di irritazioni, ecco perché è preferibile indossare capi di abbigliamento di cotone evitando le fibre sintetiche.

Sotto consiglio del medico si possono utilizzare unguenti curativi, creme e oli naturali per il trattamento dell’eczema. In commercio ne esistono diversi tipi a seconda del tipo di pelle. Le sostanze benefiche estratte dalle piante agiscono sul benessere della cute aiutandola a rimanere sempre fresca e idratata. L’importante è non sottovalutare il problema. Se si sospetta la comparsa di una prima forma di eczema è sempre bene contattare il proprio dermatologo.

Altri Articoli Interessanti