Pagamento Alla Consegna
Puoi pagare direttamente in contanti al corriere

Spedizione tracciata gratuita sopra gli 80€
Spediamo il giorno stesso per ordini entro le 13

Pacco anomimo
Nessuno saprà cosa ordini, neanche il corriere

ShytoBuy

Che cosa comporta una cattiva circolazione sanguigna?

Una cattiva circolazione del sangue può indicare che ci sono problemi a livello dell’apparato cardiovascolare. Sottovalutare i primi sintomi di un disturbo circolatorio può essere pericoloso. Ecco come riconoscerli e come prevenirli.

Che cos’è l’insufficienza venosa

La circolazione del sangue è continua, in tutto il corpo, e serve per ossigenare costantemente le cellule dell’organismo. I vasi sanguigni, le vene e le arterie compongono tutto l’apparato cardiovascolare e hanno il compito di trasportare il sangue dal cuore al resto del corpo e poi rientrarci. In questo modo vengono anche rimossi i prodotti di scarto ma soprattutto l’anidride carbonica.

Quando il sangue non ritorna al cuore nel modo corretto, si può verificare una condizione patologica conosciuta come insufficienza venosa. Questo disturbo della circolazione sanguigna interessa principalmente gli arti inferiori e ne individua un cattivo funzionamento.

Sintomi di una cattiva circolazione sanguigna

L’insufficienza venosa porta con sé molti problemi che interessano pian piano la salute generale di tutto il corpo. Per capire se si sta soffrendo di cattiva circolazione è necessario prestare attenzione ai sintomi più comuni come la stanchezza e il dolore a gambe o cosce anche durante una semplice camminata.

Se il dolore svanisce appena ci si ferma, è molto probabile che sia colpa della circolazione. Un ridotto flusso di sangue agli arti inferiori causa questi problemi soprattutto durante l’esercizio fisico. Se il fastidio persiste anche a riposo ci può essere un aggravamento della situazione con conseguente pallore delle gambe, abbassamento della temperatura e irrigidimento.

Cause più comuni di una cattiva circolazione

Quando i vasi sanguigni si ostruiscono, il sangue non circola bene e rischia di creare problemi a tutto l’apparato cardiovascolare. C’è il rischio che si formino delle placche in questi vasi generando repentine occlusioni arteriose. Le cause più comuni di insufficienza venosa sono:

  • Familiarità con il problema
  • Diabete e colesterolo alto
  • Ipertensione arteriosa
  • Fumo
  • Obesità e sedentarietà

Tutti questi sono fattori di rischio che aumentano la possibilità di contrarre patologie a carico del sistema cardiovascolare. In particolare, il fumo e la sedentarietà sono due abitudini scorrette che incidono molto su tutta la circolazione sanguigna e accrescono le probabilità di sviluppare una trombosi.

Prevenzione e cura della cattiva circolazione

Innanzitutto è fondamentale cambiare il proprio stile di vita. Sarebbe auspicabile smettere di fumare e prendere l’abitudine di praticare una regolare attività fisica. Inoltre, bisognerebbe tenere sotto controllo il proprio peso e utilizzare calzature e calze adeguate ai problemi circolatori. Anche la troppa esposizione al sole potrebbe danneggiare i vasi sanguigni.

È necessario rivolgersi a un medico quando la situazione necessita di una visita specialistica per verificare la salute di vene e arterie. Esistono prodotti per la circolazione sanguigna che aiutano a garantire un corretto funzionamento venoso e si prendono cura di tutto l’apparato cardiovascolare.