I risultati possono variare da persona a persona. Per maggiori dettagli clicca qui

Secchezza intima: come combatterla

La secchezza intima può rendere doloroso il rapporto e condurre a problemi più ampi. Scopri quali sono le cause e soprattutto come risolverla grazie anche all'utilizzo di lubrificanti sessuali naturali.Per un rapporto sessuale piacevole e soddisfacente è importante una corretta lubrificazione che consente di un rapporto sessuale senza che la partner provi fastidio o, tantomeno, dolore a causa dell’attrito.

La penetrazione sessuale

Nelle donne la natura ha fatto la sua parte: durante l’eccitazione, la vagina secerne in modo naturale un fluido lubrificante (il liquido vaginale) che ha una doppia funzione. In primo luogo consente l’introduzione veloce del pene nel canale e rende il rapporto non doloroso. Inoltre, il liquido modifica il PH dell’ambiente vaginale, inizialmente acido, in vista del passaggio degli spermatozoi e ne favorisce la motilità. Il rapporto vaginale, tuttavia, può essere doloroso a causa della mancata lubrificazione (secchezza intima) che si verifica, principalmente, a causa degli scombussolamenti ormonali che si verificano dopo la menopausa o nei mesi che seguono il parto e che rendono il rapporto difficile.

Secchezza intima

La secchezza intima o vaginale, questo il nome tecnico della mancata o ridotta lubrificazione, dipende principalmente dalla carenza di particolari ormoni, gli estrogeni. Tuttavia, la carenza di lubrificazione è un fenomeno che può interessare anche le fumatrici accanite in età fertile, le donne che ricorrono troppo frequentemente a lavaggi vaginali aggressivi o le donne stressate. Questo perché, come detto poc’anzi, la vagina produce naturalmente il liquido lubrificante quando sente lo stimolo dell’eccitazione sessuale.

Cause secchezza intima

Lo stress, tipicamente, è un importante fattore in grado di giocare brutti scherzi alla coppia, poiché blocca psicologicamente la donna che perde interesse nei rapporti sessuali e si eccita meno. La mancanza di desiderio inibisce la lubrificazione vaginale e, di conseguenza, eventuali rapporti potranno diventare dolorosi: si innesca una spirale negativa per cui la donna tende a rifiutare la penetrazione per paura di sentire male. Eppure, a volte basterebbe proprio una serata di sesso e coccole per dimenticare lo stress, ritrovare energia e scoprirsi più seducenti di prima. Come fare?

Lubrificanti sessuali per secchezza intima

Una risposta alla secchezza intima possono certamente essere i lubrificanti sessuali, specialmente perché sono naturali, semplici da utilizzare e non hanno contorindicazioni di nessun genere. I lubrificanti intimi contribuiscono a restituire la fiducia alla donna e a rinvigorire il rapporto; in commercio ne esistono diverse tipologie e con diverse caratteristiche e profumazioni.

Tra i più venduti sul mercato il posto d’onore spetta a KY Jelly, un lubrificante naturale a base di acqua e, per questo motivo, molto apprezzato. In più, KY Jelly è privo di profumazione, dettaglio non indifferente per quanti non amano distrarsi con aromi fruttati o profumi di vario genere e desiderano vivere il rapporto sessuale nel modo più naturale possibile.

Trattandosi di un prodotto a base di acqua, KY Jelly non è grasso e non ha effetti collaterali. Il lubrificante intimo può essere utilizzato in tutta tranquillità per rapporti vaginali o anali con la frequenza desiderata, senza controindicazioni, ogni volta che si ha bisogno di lubrificazione aggiuntiva o – perché no? – per aumentare il piacere durante il sesso. La formulazione acquosa è stata pensata per renderlo compatibile con preservativi e sex toys di ogni genere, senza controindicazioni o limitazioni di uso e dopo il rapporto si pulisce facilmente con acqua. Unico accorgimento da tenere presente è che KY Jelly contiene glicerina, per cui bisogna evitarne l’uso in caso di allergia.