I risultati possono variare da persona a persona. Per maggiori dettagli clicca qui

Mollusco Contagioso

E' una malattia benigna della pelle che causa lesioni visibili anche per alcuni anni. Colpisce sia adulti che bambini presentando o in modo asintomatico o con rigonfiamenti fastidiosi sulla pelle. All'inizio era considerata una malattia che colpiva solamente in età pediatrica ma ora è considerata a tutti gli effetti una malattia a trasmissione sessuale.


• Mollusco Contagioso: cosa è? • Sintomatologia
• Come si contrae

Mollusco Contagioso: cosa è?

Il mollusco contagioso, altrimenti detto Molluscum contagiosum, è una malattia della pelle: più precisamente si tratta di una infezione benigna che, nei casi più lievi, guarisce da sola senza dovere ricorrere all'uso di farmaci.

Sintomatologia

Il periodo di incubazione dura in media due o tre mesi.

Un tempo colpiva soprattutto i pazienti in età pediatrica, ma ora è diventata una malattia a trasmissione sessuale e colpisce prevalentemente gli adulti.

Le lesioni da mollusco contagioso possono durare da due settimane a quattro anni. In media rimangono visibili per ben due anni. Se molto grosse possono lasciare cicatrici.

Si presenta con piccole lesioni dette anche papule (lesioni molli) che devono essere rimosse il prima possibile per evitare il rischio di contagiare altre persone o altre parti del corpo toccandosi involontariamente.

In quest’ultimo caso è opportuno lavarsi bene le mani, evitando di toccare altre parti del corpo per evitare, appunto, il rischio di autoinoculazione.

Negli adulti le lesioni compaiono, solitamente, su cosce, natiche, inguine e basso ventre; solo a volte possono comparire sui genitali esterni o nella zona anale. Nei bambini, invece, le lesioni si presentano in genere sul volto, sul tronco, sulle gambe e sulle braccia.

Le lesioni si presentano sotto forma di piccoli rigonfiamenti che tendono a ingrandirsi dopo alcune settimane. Possono essere dello stesso colore della pelle, oppure apparire grigie, gialle, rosate o biancastre. A volte possono causare prurito o dolore, ma nella maggior parte dei casi sono asintomatiche.

Come si contrae

La trasmissione avviene sia per via sessuale che per semplice contatto tra le epidermidi, soprattutto se lesionate.

Il contagio sessuale è la forma più frequente, nell'adulto, ma è possibile contrarre il mollusco contagioso anche condividendo vasche, piscine o docc, vestiti o asciugamani.

Poiché il contagio non avviene semplicemente per contatto delle mucose, l'utilizzo del preservativo, per quanto consigliato, non basta a proteggere dal rischio di contrarlo per cui l'unico modo per evitare questa infezione virale è evitare ogni tipo di contatto epidermico con un partner infetto.

L'eziologia non è perfettamente nota agli scienziati ma si pensa che il virus responsabile del mollusco contagioso appartenga alla famiglia dei virus del vaiolo.