I risultati possono variare da persona a persona. Per maggiori dettagli clicca qui

Emorroidi durante la gravidanza

Il problema delle emorroidi è dovuto al rigonfiamento dei vasi sanguigni del sistema venoso che circonda l’ano e riguarda circa il 30% delle donne in attesa, anche se spesso sono già presenti e sono solo esacerbate durante la gravidanza.


• Perché le emorroidi in gravidanza possono diventare più fastidiose o addirittura fare la loro prima comparsa?
• Perché accade?
• Come comportarsi se compaiono emorroidi in gravidanza?

Perché le emorroidi in gravidanza possono diventare più fastidiose o addirittura fare la loro prima comparsa?

I motivi che favoriscano la comparsa delle emorroidi in gravidanza sono diversi. Durante la gravidanza la donna è sottoposta a diversi stress fisici come l'aumento di volume dell'utero che, premendo sull'intestino e sulle vene ano-rettali, favorisce la comparsa di stitichezza e delle emorroidi stesse. Inoltre, l'aumento del volume di sangue e della pressione addominale influiscono sulla resistenza dei vasi venosi. Quest'ultimo aspetto si aggrava all'avvicinarsi del momento del parto. A partire dal quinto mese di gestazione prevalgono poi alcuni fattori di natura meccanica legati all'ingrossamento dell'utero e alla riduzione dell'attività fisica. Le emorroidi in gravidanza tendono, inoltre, ad aggravarsi quando più si va verso il parto, in quanto la pressione del peso del feto sulle vene del retto aumenta soprattutto negli ultimi mesi.

Perché accade?

Perché la pressione esercitata sulle vene impedisce la libera circolazione del sangue nel bacino e dilata le pareti della zona ano-rettale. Inoltre durante la gravidanza le emorroidi sono favorite perché alcuni ormoni, soprattutto il progesterone contribuisce al rilassamento delle pareti dell'intestino. Le emorroidi in gravidanza sono indotte da motivi peculiari dello stato in cui ci si trova, che si aggiungono alle cause ordinarie di emorroidi che sono la sedentarietà e il poco esercizio fisico, un' alimentazione povera di fibre unita ad alcuni alimenti irritanti e ad un insufficiente apporto di acqua.

Come comportarsi se compaiono emorroidi in gravidanza?

Come cura emorroidi consigliamo innanzitutto di combattere la stitichezza. Se si prova dolore durante l'evacuazione, prima di andare di corpo si possono fare delle abluzioni con acqua tiepida in modo da rilassare lo sfintere anale. In caso di sanguinamento, invece, dopo l'evacuazione è consigliabile lavarsi con acqua fredda. Evitare di restare a lungo in piedi o seduta, perché si aumenta il ristagno venoso che accentua il senso di pesantezza a livello anale. Esistono inoltre alcuni rimedi naturali per emorroidi che possono aiutarvi ad alleviare il disturbo. Pur essendo dei rimedi naturali per emorroidi è comunque consigliato alle donne incinte di consultare il proprio medico prima di acquistare e utilizzare il prodotto.