I risultati possono variare da persona a persona. Per maggiori dettagli clicca qui

Emorroidi Esterne

Le emorroidi esterne sono un problema fastidioso e doloroso, ma molto comune. Possono interessare in particolare le persone che conducono uno stile di vita troppo sedentario.


• Le cause delle emorroidi esterne • I sintomi delle emorroidi esterne
• Le cure per le emorroidi esterne

Le Emorroidi all'interno dell'ano generalmente non causano dolore; per lo più provocano sanguinamento durante la defecazione. Invece, le Emorroidi Esterne possono essere particolarmente dolorose e fastidiose. Le emorroidi esterne interessano la zona dell'ano o il retto interiore, tessuti ricchi di vasi sanguigni che dilatandosi degenerano nelle emorroidi esterne. Quello che avviene è che le vene emorroidali esterne si gonfiano e infiammano fino a creare un dolore persistente, specialmente quando si assumono posizioni particolari, come ad esempio quando si è seduti.

Le cause delle emorroidi esterne

Le emorroidi esterne sono causate dall'aumento della pressione nelle vene emorroidali esterne che diventano così infiammate. Le ragioni di questo aumento di pressione sono le più diverse, ma si associano generalmente ad uno stile di vita poco sano o a sforzi prolungati. Tra le cause delle emorroidi esterne vanno annoverate: alimentazione sregolata, vita sedentaria, stitichezza o diarrea, sforzo prolungato dovuto al parto, naturale processo di invecchiamento.

I sintomi delle emorroidi esterne

Le emorroidi esterne causano prurito anale, sanguinamento e la comparsa di uno o più noduli duri nella zona anale. La formazione di questi noduli o grumi carnosi rappresenta lo stadio delle emorroidi esterne più grave. Con il tempo, può dare origine alla formazione di coaguli di sangue, noti come trombosi emorroidaria esterna. Per evitare che le emorroidi esterne degenerino nella formazione di questi coaguli di sangue, è opportuno prestare una particolare attenzione al materiale con cui si pulisce la zona anale: meglio evitare materiali grezzi e optare invece per materiali morbidi. Inoltre, si dovrebbe evitare il frequente sollevamento di pesi e uno sforzo eccessivo durante l'operazione di defecazione.

Le cure per le emorroidi esterne

In caso di emorroidi esterne gravi, o emorroidi esterne trombizzate, è consigliabile ricorrere all'intervento chirurgico che è efficace nel rimuoverle e che potrà essere suggerito da un proctologo. Naturalmente, è consigliabile curare le emorroidi esterne non appena si notano i primi sintomi, per evitare di doversi sottoporre all'intervento chirurgico. Il primo rimedio per le emorroidi esterne è quello di cercare di adottare una regime alimentare più corretto, riducendo l'apporto di grassi e aumentando quello di fibre, che favoriscono la regolarità corporea. Inoltre, è fondamentale bere almeno un litro e mezzo di acqua al giorno e cercare di limitare il consumo di alcolici, caffeina e cibi piccanti. Per combattere il dolore è utile applicare una pomata per le emorroidi esterne, meglio se con formulazione naturale. Un buon esempio è Venapro, un prodotto omeopatico che ha giù dato sollievo a migliaia di italiani.