I risultati possono variare da persona a persona. Per maggiori dettagli clicca qui

Cosa è la dispepsia o cattiva digestione?

La cattiva digestione, o dispepsia, è un disturbo molto diffuso e strettamente legato allo stile di vita e alle abitudini alimentari. Conoscerlo potrà aiutarci a caombatterlo e curarlo.


• Sintomatologia della dispepsia • Le cause
• Le cure per la dispepsia
• Dispepsia funzionale
• Consigli per migliorare una cattiva digestione

La cattiva digestione, o dispepsia in termini medici, è un disturbo digestivo piuttosto comune, diffuso esclusivamente nei paesi industrializzati. Questa connotazione geografica della dispepsia indica che il disturbo è legato allo stile di vita e alla dieta tipici del mondo occidentale, in cui sono purtroppo molto diffusi problemi di sovrappeso, di obesità e di stress.

Sintomatologia della dispepsia

I sintomi più comuni della dispepsia sono:

  • rigurgiti
  • bruciore di stomaco o al petto
  • sensazione di pienezza
  • digestione lunga e laboriosa
  • eruttazioni
  • gonfiore dolore

Le cause

La cattiva digestione dipende spesso da fattori psicologici, che hanno un ruolo importante nell'origine e nel peggioramento dei sintomi stessi. Le cause della dispepsia sono attribuibili a patologie specifiche oppure a semplici disfunzioni passeggere. Le più comuni sono:

  • helicobacter pylori
  • sovrappeso o obesità
  • utilizzo di alcuni medicinali (soprattutto i FANS)
  • ulcera peptica o gastroduodenale
  • gastrite
  • alimentazione scorretta
  • reflusso gastroesofageo
  • ernia iatale
  • calcolosi della colecisti
  • morbo celiaco o celiachia
  • stress psicofisico

Le cure per la dispepsia

A questa sintomatologia si può rispondere in maniera diversificata, con terapie farmacologiche, rimedi naturali per la cattiva digestione e correzioni alla propria dieta. Se la dispepsia è causata da malattie organiche, come gastrite e ulcera, si procederà alla prescrizione di cure adeguate per la patologia dispeptica. Per gli altri sintomi esistono rimedi farmacologici o omeopatici che riducono l'aria nello stomaco, o i farmaci pro-cinetici, che ne accelerano lo svuotamento.
Una dieta equilibrata ed uno stile di vita sano sono obbligatori per prevenire e curare la dispepsia poichè anche l'alcool, il fumo, la sedentarietà e lo stress sono fattori di rischio, spesso gli unici responsabili della cattiva digestione.

Dispepsia funzionale

Se il disturbo si protrae per un periodo superiore ai tre mesi, anche senza che la causa sia dovuta ad una malattia specifica, prende il nome di "dispepsia funzionale" che dipende sostanzialmente dallo stile di vita.

Consigli per migliorare una cattiva digestione

Nei casi più semplici, i rimedi naturali si rivelano risolutivi. Piante come il carciofo, il finocchio, il rafano, oppure gli infusi di camomilla aiutano a migliorare digestione lenta, bruciore di stomaco e flatulenza. Molto utile può essere inoltre aggiungere alcuni semplici e naturali ingredienti alle proprie ricette. Cannella, aglio, basilico, zenzero, senape e menta sembrano infatti sortire effetti positivi su chi soffre di cattiva digestione.