I risultati possono variare da persona a persona. Per maggiori dettagli clicca qui

Cura onicomicosi

Non sempre sappiamo tutto quello che serve. Ecco qualche informazione in più e tutto quello che è utile sapere sull'onicomicosi. Da Come si forma a Quali sono i fattori di rischio. Oppure come riconoscerla, curarla e prevenirla in futuro. Date un'occhiata alle informazioni sulla problematica molto comune dell'onicomicosi.


• Onicomicosi: cosa è e perchè si sviluppa • Fattori di rischio per l'onicomicosi
• Sintomatologia • Cura

Onicomicosi: cosa è e perchè si sviluppa

La maggior parte dei problemi alle unghie, soprattutto a quelle dei piedi, deriva da un'infezione fungina chiamata onicomicosi. Le micosi delle unghie dei piedi rappresentano circa l'80% di tutte le micosi ungueali. Questo tipo di infezione è più frequente a partire dall'età adulta.

Fattori di rischio per l'onicomicosi

Appartenere al sesso maschile, il diabete, la propensione allo sviluppo di micosi delle unghie dei piedi, la presenza di altre patologie che colpiscono la cute e le unghie o di patologie vascolari periferiche sembrano essere fattori di maggiori rischio che facilitano il contagio.

Sintomatologia

L'unghia appare più spessa, opaca, può presentare deformazioni, soprattutto ai margini, che possono ingiallirsi, fragilità di tutta l’unghia nei casi più gravi e dolore. In caso di onicomicosi, il rischio maggiore è quello di infezioni batteriche secondarie.

Cura

1.La cura dell'onicomicosi passa, innanzitutto, attraverso una corretta cura del piede.
Per accelerare la risoluzione del problema e prevenire ricadute è necessario:

  • evitare traumi
  • indossare scarpe comode, non strette e con un tacco basso: un’ eccessiva sudorazione del piede può contribuire alla proliferazione dell'infezione. Indossare scarpe poco areate può peggiorare ulteriormente il problema.
  • indossare ciabatte in piscina quando si utilizzano le docce comuni
  • lavare i piedi e asciugarli con cura, soprattutto tra le dita: l'umidità è infatti l'ambiente ideale per lo sviluppo dei funghi responsabili dell'onicomicosi

2.Per quanto riguarda le terapie, si consigliano, dopo aver consulatato il medico, i trattamenti naturali a base di piante ed erbe per combattere sia le infezioni batteriche sia quelle micotiche:

  • oli a base di estratti naturali: aiutano le unghie a raggiungere e mantenere un aspetto sano, debellando l'infezione e stimolando le difese immunitarie per combattere l'infezione alla radice, prevenendo così le ricorrenze dell'infezione e riportando l'unghia al suo colore originale.
  • olio dell'albero del thè, grazie alle sue proprietà antisettiche, aiuta ad evitare il rischio di infezioni secondarie, pericoloso soprattutto in chi soffra di diabete o di altre patologie sistemiche.
  • utile l'applicazione di prodotti contenenti vitamina E, per le sue proprietà antiossidanti
  • applicazione di olio di mandorla, per le sue proprietà idratanti ed emollienti
  • una combinazione di prodotti per uso topico e integratori orali è ideale per un'azione rapida ed efficace e la prevenzione delle ricadute.

Il trattamento dell'onicomicosi deve essere tempestivo per evitarne la diffusione alle altre unghie o addirittura un danneggiamento delle terminazioni nervose dei piedi e delle mani colpite.