I risultati possono variare da persona a persona. Per maggiori dettagli clicca qui

Suggerimenti e consigli sull’uso di HairMax LaserComb

Le spazzole laser HairMax,grazie alla tecnologia innovativa Lasercomb, aiutano a risolvere il problema della caduta dei capelli in modo rapido e senza bisogno di cure costose, dolorose o imbarazzanti.

Come utlizzare HairMax LaserComb

Orientarsi nella giungla delle proposte dei prodotti anticalvizie non è certo facile: integratori, schiume, lozioni, dispositivi laser…se da un lato la grande offerta disorienta, dall’altro conforta perché, finalmente, è possibile porre fine alla caduta dei capelli in modo semplice ed efficace.

Il trattamento laser HairMax LaserComb è particolarmente apprezzato perché è di comprovata efficacia, discreto, si effettua tra le mura domestiche ed è economico: oltre al costo dell’apparecchio, non vi sono ulteriori spese da sostenere. A ben vedere non è neppure troppo impegnativo, poiché la frequenza ideale della spazzolatura è ogni tre giorni. E’ sufficiente un quarto d’ora per trattamento per dare il tempo alla luce di agire e rivitalizzare il follicolo, giorno dopo giorno. In più, la fototerapia non usa né veicola sostanze verso l’epidermide ed è compatibile con altri trattamenti anti calvizie che eventualmente potete affrontare per migliorare lo stato di salute dei vostri capelli.

Oltre 20 anni di studi, durante i quali sono state sviluppate le differenti versioni di HairMax, hanno dimostrato che esiste una percentuale massima di resa del trattamento e tre giorni alla settimana sono la frequenza ideale. Potete scegliere di utilizzare HairMax il mattino o la sera: una volta iniziato il trattamento sarebbe meglio mantenere le stesse abitudini. Se al mattino sapete di essere troppo di corsa, concedetevi un po’ di relax prima di andare a letto: la vibrazione esercita un piacevole massaggio che non solo stimola la ricrescita, ma ha anche un effetto distensivo…cosa c’è di meglio per prepararsi al sonno? Il movimento deve essere molto lento, per dare tempo alla luce di penetrare in profondità: una pratica spia vi aiuta ad effettuare un lavoro accurato, segnalando quando è il momento di cambiare area. Con il tempo, acquisirete la manualità necessaria e non avrete più bisogno di guardare la spia a tutti i costi.

E’ meglio usare il pettine sui capelli puliti, dopo averli lavati. Il lavaggio libera il cuoio capelluto da grasso, forfora e tracce di gel o brillantina e reagisce meglio alla terapia perché la luce riesce a penetrare in maniera uniforme attraverso l’epidermide. Non è necessario asciugare i capelli, dato che la luce raggiunge il cuoio capelluto anche se è umido: tamponateli invece con un asciugamano per eliminare l’acqua in eccesso.

Per potenziare l’efficacia del trattamento, potete lavare la testa con un detergente appositamente formulato contro la caduta dei capelli che riduce la formazione di DHT e disattiva gli enzimi che causano la calvizie. Questi shampoo sono pensati per essere utilizzati quotidianamente e non interferiscono con la spazzolatura. In alternativa utilizzate sempre uno shampoo non aggressivo, formulato per uso quotidiano. Anche se non è un prodotto specifico per l’alopecia, lo shampoo delicato deterge senza irritare e predispone la cute al trattamento. Dopo aver spazzolato i capelli con HairMax, potete applicare sulla testa una lozione, o uno spray specifici contro la calvizie, che donano una capigliatura più folta e robusta e favoriscono il processo di rigenerazione della chioma. Se viene interrotto, il trattamento non porta ai risultati sperati e, anzi, il processo di rinvigorimento dei follicoli si arresta. Una volta che vi sarete abituati, dedicarsi alla fototerapia sarà come lavarsi i denti e sarà davvero difficile rinunciarvi.