I risultati possono variare da persona a persona. Per maggiori dettagli clicca qui

Condilomi

I condilomi sono infezioni della pelle che colpiscono le parti intime femminili e maschili. Sono una malattia altamente contagiosa e sessualmente trasmissibile causata dal papilloma virus. I condilomi si presentano come fastidiose e dolorose verruche che colpiscono le parti intime di entrambi i sessi. La cura dei condilomi è possibile anche con prodotti omeopatici.


• Condilomi: cosa sono e sintomatologia • Come si trasmettono?
• Cura dei Condilomi • Prevenzione

Condilomi: cosa sono e sintomatologia

I condilomi sono delle verruche che si formano nelle aree genitali delle persone infette da papilloma virus. La malattia è trasmissibile per via sessuale e può rimanere latente, senza quindi sviluppare le verruche, anche per diversi mesi, rendendo contagiosa la persona infetta.

Le escrescenze della pelle provocate da questa malattia sono di tipo verrucoso, soprannominate “creste di gallo”, si distinguono per essere molli, biancastre o rosee e compaiono prevalentemente nelle zone genitali, sia nel maschio (glande, prepuzio, corpo del pene e scroto) sia nella femmina (perineo, vulva, vagina e collo dell'utero) che a livello del margine anale e del canale anorettale.

Come si trasmettono?

La trasmissione avviene per via sessuale ed è particolarmente diffusa tra gli omosessuali e nella fascia di età compresa tra i 20 e i 40 anni. L'evoluzione della malattia è condizionata dallo stato immunitario del paziente. Ha un periodo di incubazione lungo, che può durare mesi, cui segue la comparsa di lesioni tipiche quali i condilomi acuminati.

I virus responsabili della formazione di queste verruche appartengono principalmente a due ceppi specifici di Papilloma virus. ll papilloma virus genitale si trasmette attraverso contatto sessuale, più spesso durante sesso vaginale e anale, ma non sono rari anche casi di contagio avvenuto tramite sesso orale.

Cura dei Condilomi

L’approccio terapeutico, si avvale di trattamenti farmacologici, come l’acido tricloroacetico o l’imiquimod, o fisici, come la laserterapia e la crioterapia. Spesso i condilomi genitali si manifestano nuovamente dopo il trattamento, specialmente nei primi tre mesi dopo il completamento della cura. Il rischio di trasmetterli a un partner sessuale può rimanere, in quanto non è possibile sapere per quanto tempo un malato rimane contagioso successivamente alla cura dei sintomi. Esistono anche cure omeopatiche che non hanno effetti collaterali come Wartrol, una soluzione in spray utilizzabile direttamente sulla parte colpita.

Se non sono trattati con un prodotto per la cura dei condilomi, le verruche possono regredire spontaneamente, rimanere inalterate o aumentare di numero e dimensioni. I condilomi genitali non evolvono in forme tumorali nel tempo, anche se non sono curati.

Prevenzione

Il miglior sistema di prevenzione per questo tipo di malattia, come per la maggioranza delle malattie sessualmente trasmissibili, è l’utilizzo del profilattico.

Per un'efficace prevenzione è anche opportuno che ogni donna che sessualmente attiva si sottoponga regolarmente al paptest, a maggior ragione se è stata soggetta a condilomi genitali. Una stessa persona può infatti essere infettata da più tipi di papillomavirus alla volta. Inoltre, se si hanno condilomi genitali è importante sottoporsi a uno screening per la ricerca di eventuali altre infezioni sessualmente trasmesse.